giovedì 28 novembre 2013

La convocazione #6.


Convocato il sesto consiglio comunale per il giorno 29 novembre alle ore 9.00, in seduta di prima convocazione, e per il giorno 30 novembre alle ore 9.00 in seduta di seconda convocazione, nella Sala Consiliare - 1° piano  Teatro “Curci” con i seguenti punti all’ordine del giorno:
  1. Piano Comunale per il diritto allo studio per l’anno 2014. Legge Regionale n. 31 del 4 dicembre 2009;
  2. Bilancio Annuale di Previsione per l’Esercizio Finanziario 2013. Variazione di Assestamento Generale ai sensi dell’art. 175, comma 8, Decreto Legislativo 267/2000.

mercoledì 27 novembre 2013

Giunta comunale del 27 Novembre 2013.

La Giunta comunale riunitasi oggi a Palazzo di Città ha esaminato e approvato le seguenti delibere:

Istanza di partecipazione di un progetto “Disfida di Barletta”  al bando regionale relativo al Programma Triennale per le attività culturali 2013/2015
Un progetto Disfida di Barletta è stato candidato a finanziamento per l’anno 2014 nell’ambito del Programma delle Attività Culturali per il triennio 2013/2015, ai sensi dell’art. 14 della Legge Regionale n.6/04 ( che prevede il sostegno ad iniziative volte alla conoscenza delle matrici culturali della storia, della memoria e delle testimonianze civili della Puglia e del Paese). Il progetto “Disfida di Barletta è teso a recuperare l’esperienza della  rievocazione storica con iniziative interdisciplinari volte ad incentivare la conoscenza della storia e dei beni monumentali della Città, anche in funzione dello sviluppo di un consapevole turismo culturale, in un’ottica di “area vasta” con il coinvolgimento dei Comuni limitrofi e la partecipazione della Provincia. Le manifestazioni potranno svolgersi in un lasso di tempo compreso tra febbraio a settembre.

Patrocinio morale per l’iniziativa dedicata al bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri.
E’ stato concesso il patrocinio morale alle iniziative del bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri e in segno di riconoscenza è stata accolta la proposta della Associazione Nazionale Carabinieri di Barletta  per la realizzazione di un monumento.

Mostra mercato dell’Artigianato, del collezionismo e del modernariato
Si aderisce all'iniziativa proposta dal “Gruppo Mercatino dell'Artigianato e del Collezionismo di Bisceglie” e da “Antiquarius Onlus”, per una"Mostra-Mercato dell’Artigianato, del Collezionismo e del modernariato” da svolgere (in via sperimentale e non oltre il mese di giugno 2014)  la seconda domenica di ogni mese nei pressi del Castello Svevo (Via Carlo V d’Asburgo – Piazza Castello – Via Mura S. Cataldo).

Realizzazione mostra “Arturo Boccassini”. Utilizzo gratuito sala rossa e Cappella del Castello
E’ stata autorizzata  l’iniziativa espositiva proposta dalla Società di Storia Patria per la Puglia legata alla figura dell’ing.Arturo Boccassini, presso la Cappella del Castello dal 10 al 17 dicembre.
Il giorno 11nella sala rossa sarà presentato il volume “Arturo Boccassini” realizzato dagli architetti Michele Giannella e Duilio Maglio.

Adozione schema del Piano triennale delle assunzioni anno 2013-1015. Delibera di Giunta N°90/2013.Aggiornamento prospetto di copertura finanziaria.
E’ stata apportata alla delibera di Giunta n.°90/2013, con la quale era stato adottato il Piano triennale delle assunzioni 2013-2015, una modifica relativa alla dimostrazione del rispetto dei limiti di spesa in materia di personale previsti dalla legge.

Relazione sulla performance per l’anno 2012. Approvazione
La Giunta ha preso atto della “Relazione sulla performance”.  validata da parte dell’OIV (Organismo indipendente di valutazione della performance).

 “Progetto un rifugio a Barletta”. Presa d’atto della rimodulazione del Piano finanziario preventivo anno 2013
E’ stato rimodulato il piano finanziario preventivo del Progetto “Un Rifugio a Barletta” per l’anno 2013 collegato al Progetto finanziato dal “Fondo nazionale per le Politiche e i servizi dell’Asilo ((F.N.P.S.A.)” del Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e immigrazione.

lunedì 25 novembre 2013

25 Novembre. La questione maschile. Le nostre idee.


Il doppio taglio delle ricorrenze mette a valore positivo che per ventiquattro ore si parli solo dell’argomento del giorno, con un’enfasi che sarebbe meglio tenere costante per tutto l’anno, e sconta il fatto che appunto, passata la “giornata internazionale di”, l’informazione specifica torna ad essere corollario di casi di cronaca, magari ogni tanto l’annuncio di misure di legge più o meno esaurienti ed efficaci, quasi mai un intervento atto a modificare il brodo culturale in cui determinati fenomeni si manifestano. E’ il caso della violenza contro le donne, che proprio oggi vede la mobilitazione globale, e che risulta essere la parte più scabrosa di un’intera questione: Giuseppe Civati -nel documento congressuale che ne lancia la candidatura a segretario del PD- la definisce “maschile“, seguendo il cambio di prospettiva che viene dagli Stati Uniti di Jackson Katz, dal momento che viene spostata sul piano dei cromosomi XY la leva decisionale, mentale, operativa che ora come dimezza le opportunità della popolazione, impedendo spesso allo sguardo femminile di prendere parte alla formazione delle decisioni pubbliche, di trovarsi agli apici delle professioni, di determinare appieno il proprio ruolo nella società. Un retaggio antico anche a Occidente, e rinfocolato nei decenni dello sviluppo da una destra antropologica, prima ancora che politica, che in Italia ha conosciuto gli abissi machisti di Berlusconi (già rimosso l’episodio della campagna elettorale con la giovane dipendente di un’impresa veneta) ma che non vede immune neppure la sinistra da comportamenti e omissioni che sarebbe stato meglio non praticare o avallare.
Oggi 25 novembre c’è la speranza che molti maschi prendano coscienza di non detenere il fuoco, e fanno ben sperare le adesioni a campagne come NoiNo (qui l’intervista a Giannandrea Bultrini, uno dei promotori), lanciate nell’altra metà del cielo. Ma se come twitta Dilma Rousseff, la presidenta del Brasile, “la violenza contro le donne reca vergogna a una società che è ancora sessista e piena di preconcetti”, sta anche al legislatore dare risposte laterali alla campagna culturale da imbastire: in Italia ad esempio la nuova legge che sanziona diversamente il femminicidio è stata oggetto di critiche costruttive, mentre è chiaro che il tema non possa essere affrontato solo con provvedimenti securitari di ordine pubblico, pur necessari quali la terapia preventiva dello stalker di genere. Il PD che verrà deve aiutare i centri e le associazioni antiviolenza, attive da decenni, destinando risorse adeguate, sensibilizzando le giovani generazioni attraverso la scuola e l’università, modificando la narrazione dei libri di testo che spesso sono stati concepiti fuori da questo tempo, e che sono decisivi a livello elementare nella formazione della personalità e delle relazioni sociali. Scrive oggi Alessandro Gilioli: “Non solo il racconto del semino e dell’ovetto, ma la sessualità insegnata nelle scuole dell’obbligo in tutte le sue componenti psicologiche, alla base del rispetto per se stessi e per gli altri, per tutti gli orientamenti. Oggi a scuola tutto questo non c’è, è tutto lasciato -come sempre- alle famiglie, e al divide culturale che ne consegue”.
Ma spesso sono proprio gli spiragli della normativa esistente a lasciar incuneare effetti perversi, ai quali si presta poca attenzione e ancor meno rimedio. Sono sotto gli occhi di tutti l’offensiva clericale e l’escalation degli obiettori di coscienza all’applicazione della legge 194 del 1978 riguardo le interruzioni volontarie di gravidanza nelle strutture ospedaliere pubbliche: un evento che negli ultimi tempi ha sostanzialmente impedito l’applicazione della legge, e quindi la possibilità che essa garantisce alla donna rimasta incinta contro la sua volontà di abortire entro i primi novanta giorni di gestazione (tra il quarto e il quinto mese solo per esigenze terapeutiche). Senza contare i casi in cui questi medici praticano in privato gli interventi che negano in pubblico. Perciò ricostruire una rete di consultori, diffondere in maniera capillare la comunicazione riguardo le misure contraccettive, rendere corresponsabili gli uomini della procreazione, e soprattutto stabilire una percentuale di personale non obiettore nei reparti di ginecologia e ostetricia degli ospedali pubblici, s’impongono come scelte indilazionabili per un partito di sinistra che voglia governare il Paese. Anche un’altra discussa regolamentazione, quella n.40 del 2004 in tema di fecondazione assistita, non può andar bene così com’è ora, nella parte in cui non consente l’indagine pre-impianto sugli embrioni delle coppie portatrici di malattie genetiche, in conformità a quanto sancito dalla Carta Europea dei diritti dell’uomo; l’intero settore deve vedere espresso e affermato il favor per la decisione libera della coppia e della donna genitrice, nella piena consapevolezza di poter esercitare un diritto anche all’atto pratico.
Il grande irrisolto resta comunque il rapporto tra le donne e il lavoro, anche con risvolti sulla maternità: la ricerca tardiva dei figli si riconduce a un’organizzazione del lavoro che ancora punisce le aspiranti madri con dimissioni in bianco, licenziamenti, interruzioni di carriera. Questo sia nel lavoro dipendente, spesso poco qualificato, sia addirittura nell’amministrazione della cosa pubblica (è il caso di Mira, dove un’assessora del MoVimento 5 Stelle è stata sollevata dall’incarico perché incinta). Non è solo un riflesso dal mancato perfezionamento legislativo della teoria dei tempi flessibili di vita e di lavoro, in auge negli anni Novanta negli Stati più avanzati d’Europa, e quindi di una nuova voga per gli asili nido, destinati sempre più ad accogliere i figli dei migranti: la crisi ha inghiottito molti diritti che venivano dati per acquisiti -perché mai continuamente riaffermati nel frattempo- e le prime a pagare la situazione sono proprio le lavoratrici, costrette a ruolo di assistenza per tamponare l’assenza dell’ente pubblico dalle prestazioni sociali. Una risposta di sinistra al problema, oltre al fornire ulteriori servizi per l’infanzia, sta nel rivedere la tassazione di modo che favorisca il ricorso al lavoro femminile, e nell’introdurre forme contrattuali rispettose di questa differenza: nel rapporto annuale Istat, emerge come il dislivello salariale abbia esiti significativi, con una media dell’11.5% in meno per le donne aventi un contratto a tempo indeterminato e a parità di altre condizioni, e del 10.5% per i contratti a termine. Il tutto mentre la SPD tedesca, nelle trattative verso la Grosse Koalition con la CDU della Merkel, ha messo tra le priorità dell’ipotetico governo il riequilibrio salariale tra i due sessi: evidentemente ci sono larghe intese, e intese in sofferenza. Queste ultime le stiamo pagando tutti, e le donne di più.
di Enrico Veronese
da http://www.civati.it/

sabato 23 novembre 2013

Giunta comunale del 21 Novembre 2013.

La Giunta comunale riunitasì Giovedì 21 Settembre a Palazzo di Città ha esaminato e approvato le seguenti delibere:

Rideterminazione risorse del Piano Sociale di Zona – Sono state rideterminate le effettive risorse programmate nel quadriennio 2010/2013 per individuare i residui di stanziamento trasferibili nella programmazione del Piano di Zona 2014/2016. La deliberazione è propedeutica alla programmazione del Terzo Piano Sociale di Zona dell’Ambito Territoriale di Barletta, lo strumento tecnico-politico attraverso il quale sarà data  concreta organizzazione e attivazione ai servizi e agli interventi nel territorio per il prossimo triennio.

Servizio di Trasporto Urbano a costo agevolato per Anziani, Invalidi Ciechi e Invalidi del Lavoro -  La Giunta ha confermato le misure per il servizio di trasporto urbano a costo agevolato agli anziani,  invalidi,  invalidi ciechi e  invalidi del lavoro residenti nel territorio, per  il prossimo anno a partire indicativamente dal 1° gennaio 2014. Con un ticket mensile di 4 euro i cittadini che risulteranno ammissibili potranno  usufruire del trasporto urbano per un numero illimitato di corse. Tale misura, regolamentata dai relativi disciplinari, rientra fra gli interventi del Piano sociale di zona dell'Ambito di Barletta tesi a favorire l'autonomia delle persone anziane o con disabilità.

Schema di Accordo di Programma per la programmazione e realizzazione del servizio di Cure Domiciliari Integrate  -  E’ stato predisposto il documento per il percorso di assistenza domiciliare integrata  finanziato con i fondi del Piano di Azione e Coesione (PAC) – Servizi di Cura e con i fondi del Piano Regionale Politiche Sociali 2013–2015, in continuità con quanto già realizzato dal Comune in collaborazione con la ASL, con l’obiettivo di limitare le ospedalizzazioni non indispensabili. L’Accordo sarà formalmente sottoscritto il  29 novembre dal sindaco, in qualità di presidente del Coordinamento Istituzionale dell'Ambito di Barletta e dal direttore generale dell'ASL BT. Anche questo Schema di accordo di programma tra Comuni e ASL per l’implementazione e il potenziamento delle reti di cure domiciliari rientra nella pianificazione del nuovo Piano sociale di zona 2014-16 dell'Ambito di Barletta.

Federalismo demaniale – E’ stato approvato l’atto di indirizzo per l’acquisizione a titolo non oneroso di terreni demaniali indicati dall’Agenzia del Demanio come “suoli disponibili a cedersi” ai sensi dell’art. 56 bis del Decreto Fare (n.69/2013).

Schema del Piano Triennale del fabbisogno del personale -  È stato adottato lo schema del piano di fabbisogno del personale del Comune per il triennio 2013-2015, utile per i successivi adempimenti e nel rispetto della vigente normativa in tema di reclutamento del personale negli enti locali. Nelle more della conclusione della procedura di rideterminazione della dotazione stessa per il  triennio 2014-2016, dettata dalla pianificazione delle linee programmate in obiettivi consolidati, di sviluppo e strategici, la Giunta ha confermato la dotazione organica (già definita con le delibere di Giunta comunale n. 56/2009 e n.237/2010).
Lo schema prevede che il Comune dovrà dotarsi, mediante nuove assunzioni, di: 
- 1 dipendente per il settore ambiente e servizi pubblici
- 1 dipendente per il settore demanio e patrimonio
- 1 dipendente per l'ufficio Europa
- 1 dirigente a tempo indeterminato per il 2014
- 1 dirigente a tempo indeterminato per il 2015

Regolamento per l’istituzione dell’elenco di professionisti cui affidare i servizi di ingegneria, architettura e affini – La Giunta ha approvato il Regolamento contenente le modalità di espletamento della procedura per la formazione dell’elenco dei professionisti da utilizzare per l’affidamento di incarichi di importo inferiore a 100mila euro.



“Storie sotto l’albero” - La Biblioteca Comunale realizzerà anche quest’anno l’iniziativa “Storie sotto l’albero” finalizzata alla promozione della lettura ed alla valorizzazione del servizio bibliotecario, con particolare attenzione  ai bambini della scuola primaria.

venerdì 22 novembre 2013

Risposta. Servizio per l'integrazione scolastica dei diversamente abili.

 

In seguito a mia interrogazione consiliare prodotta in data 7 Novembre e relativa ad un servizio di primaria importanza per garantire il diritto allo studio agli alunni diversamente abili
mi è giunta la risposta scritta come richiesto, a firma della Dirigente del Settore Servizi sociali nonchè della Pubblica Istruzione, Dott.ssa Dipalma.
Oggi, nella prima parte del consiglio comunale (vi scrivo nella pausa pranzo in attesa di rientrare in aula), si è svolta la mia interrogazione come previsto da regolamento (5 minuti per me, l'interrogante, 5 minuti per la risposta, 3 minuti per la mia controreplica).
La risposta giunta la trovate quassù. In aula, stamattina, l'ha letta l'assessora al ramo, Anna Rizzi Francabandiera, la quale ha garantito  che comunque, a partire da domani, a Bilancio approvato, si provvederà immediatamente a fare in modo che il servizio possa partire.
Alle risposte tecniche prodotte dalla dirigente riguardo le motivazioni del grave ritardo con cui parte il servizio (che ancora non parte) ho prodotto alcune obiezioni:
sul punto a) delle motivazioni sintetizzate alla terza pagina ho affermato di aver avuto conferma che l'ATI risultata aggiudicatrice dell'appalto ha consegnato, come previsto e nei tempi, tutta la documentazione richiesta e che la documentazione mancante, l'ente appaltante (ovvero il Comune) la attende da altri enti (agenzia delle entrate, prefettura...) preposti a confermare la veridicità delle autocertificazioni prodotte dall'ati. Ciò non ostava - dal mio punto di vista - a garantire l'avvio del servizio.
Ho altresì riportato l'esempio di altri servizi ritenuti essenziali e recentemente oggetto di gara d'appalto (trasporto scolastico per disabili) per i quali, nelle more della chiusura delle procedure di gara, si è proceduto in ogni caso ad assegnare e far partire il servizio, essendo prioritario per l'amministrazione garantire quel tipo di assistenza.

Anche il Sindaco ha ritenuto di intervenire sulla questione, affermando che attiverà tutte le procedure necessarie per garantire al più presto l'avvio del servizio.

Confidiamo, dunque, che nel più breve tempo possibile gli studenti disabili della nostra comunità possano finalmente vedere garantito il proprio diritto allo studio, avendo al loro fianco quanto prima gli importantissimi educatori.
Io continuerò a vigilare.

lunedì 18 novembre 2013

La convocazione #5.


Convocato il quinto Consiglio Comunale.
Si terrà Venerdì 22 novembre alle ore 9:00 in seduta di prima convocazione e, per il giorno 23 Novembre alle ore 9:00 in seduta di seconda convocazione, nella Sala Consiliare (1° piano Teatro“Curci”), con i seguenti punti all’ordine del giorno:

1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio Comunale;

2. Regolamento per la disciplina del tributo sui rifiuti e sui servizi (TARES) - Adozione;

3. Tariffe TARES;

4. Addizionale Comunale all'IRPEF - Approvazione della proposta di determinazione delle aliquote per l'anno 2013;

5. Art. 14 DL 55/1993. Determinazione dei prezzi di cessione delle aree fabbricabili da destinare a residenza ed a terziario direzionale commerciale;

6. Art. 58 L 133/2008 di conversione del DL 112/2008. Conferma ed aggiornamento del "Piano delle Alienzaioni e VAlorizzazioni Immobiliari" del Comune di Barletta;

7. Bilancio Annuale e di Previsione per l'esercizio finanziario 2013 - Relazione previsionale e programmatica e Bilancio Pluriennale per il triennio 2013-2015. Esame ed approvazione.

Ah, l'immancabile agGiunta, pervenutaci oggi, prevederà altri due punti all'odg:
  • Svolgimento interrogazioni ed interpellanze ex art. 54 del Regolamento del Consiglio Comunale.
  • Subentro a componente dimissionario nella VIII Commissione Consiliare Permanente “Cultura e Pubblica Istruzione” e nella Commissione Consiliare Permanente “Controllo e Garanzia” della consigliera Claudia Catino.
Per seguire i lavori dalla tivvù: studio 5, canale 92 del digitale terrestre.

sabato 16 novembre 2013

Domenica 17, i tesserati al voto! - Se CIVATI, Ci Voti!


A tutti gli amici ISCRITTI al Partito Democratico.

DOMENICA 17 NOVEMBRE, in tutti i circoli della BAT, prenderà avvio il percorso che porterà il nostro partito ad eleggere il nuovo Segretario Nazionale.

Nella mattinata, saranno presentate e discusse le mozioni dei 4 candidati segretari (Civati, Cuperlo, Renzi, Pittella). Nel pomeriggio, tutti gli iscritti verranno chiamati ad esprimersi attraverso il VOTO, per selezionare i 3 candidati che accederanno alle primarie aperte dell'8 Dicembre.

"...troppo spesso, cari amici iscritti, cari elettori, le decisioni sono state prese senza consultarvi, senza coinvolgervi, senza riconoscere l'essenziale protagonismo e la sovranità che vi appartengono."

E' così che si rivolge a noi tutti Pippo CIVATI, il candidato alla Segreteria che voterò e che ti chiedo di sostenere.
Nelle pagine della sua, della nostra mozione congressuale ("Dalla delusione alla speranza"), si parla del Partito che vogliamo: un partito che studi e progetti. Che partecipi e decida. Che promuova campagne e azioni. Che viva all'aria aperta e alla luce del sole. Senza filiere, senza fondazioni elettorali, senza opacità. Che promuova quelli bravi, non "quelli della corrente". Che faccia della trasparenza e della semplicità il primo motivo di recupero della fiducia. Che rappresenti i milioni di elettori che abbiamo conservato e quelli che abbiamo perduto. Che dica quello che fa e faccia quello che dice.
Tante cose, ancora, troverete nella mozione, sul Paese che vogliamo. Un Paese più uguale, dove le opportunità siano alla pari, per tutti. Un paese che attrae lavoro, un paese dove vivere bene.
Cliccando qui, potrete leggere e scaricare la nostra mozione congressuale. Pagine di molti contenuti, pochi slogan e, finalmente, qualcosa di sinistra:

Se CIVATI, Ci Voti. Sì, voti noi. Chi siamo noi? Come ha detto Walter Tocci, noi siamo quelli delle passioni forti. Quelli che... ci disperiamo per il "solito PD" ma speriamo nel PD che potrebbe cambiare l'Italia, se solo cambiasse. Poi, sempre per dirla con Tocci, ci sono quelli delle passioni tristi e delle passioni finte. Le passioni di chi vuole solo cambiare il marchio per vendere la stessa merce di prima a prezzi ribassati... Ma questa è un'altra storia.

Domenica 17, a Barletta, presso i locali dell'Ipanema (lungomare di Levante), al congresso!

Dalle ore 10 per: costituzione ufficio di presidenza, presentazione mozioni congressuali, determinazione orari di votazione, dibattito.

Dalle ore 15 alle ore 21: operazioni di voto.

Pippo CIVATI.
Lista "Civati per l'Italia".


sabato 9 novembre 2013

Giunta comunale del 7 e dell'8 Novembre 2013.

La Giunta comunale, nella convocazione di Giovedì 7 Novembre, ha approvato il progetto Fidati dell'affido”, sulla base di quanto previsto nel Piano sociale di Zona 2010-2013 e richiesto dall'Avviso Pubblico regionale per la presentazione di progetti per la promozione e il potenziamento dei percorsi di affidamento familiare. Il progetto è frutto anche dell'attività di concertazione con la Provincia e il Distretto Socio-Sanitario dell'ASL, i cui rappresentanti hanno partecipato alla riunione, e si è avvalso del contributo del Tribunale per i Minorenni, del Centro di Giustizia Minorile e delle scuole. La strategia messa in campo dal Comune di Barletta con il progetto, che è stato candidato a finanziamento, mira a sensibilizzare le famiglie barlettane a ospitare bambini con disagi.

Nella seduta di Venerdì 8 Novembre, la Giunta ha recepito le modifiche introdotte in materia di TARES dalla Legge n.124 in vigore dal 30/10/2013, che prevede la possibilità per l’anno di imposta 2013 di determinare e commisurare le tariffe in maniera semplificata derogando al metodo normalizzato previsto dal Decreto Salva Italia (D.L.201/2011 e s.m.i.).
Di conseguenza, la Giunta ha annullato la deliberazione n. 64 del 17/10/2013 e ha revocato la delibera di giunta n. 52 del 02/10/2013 relativa al piano finanziario. Contestualmente sono state determinate le nuove tariffe, ritenute più favorevoli per il contribuente, rispetto a quelle precedentemente determinate con il metodo normalizzato, e approvate alcune modifiche al testo del Regolamento per la disciplina del tributo, mantenendo fermo il regime delle esenzioni e delle riduzioni precedentemente determinato per particolari condizioni di disagio sociale.

La convocazione #4.


Convocato il quarto Consiglio Comunale.
Si terrà Mercoledì 13 novembre alle ore 15 nella Sala Consiliare (1° piano Teatro“Curci”), con i seguenti punti all’ordine del giorno:
  1. Svolgimento interrogazioni e interpellanze ex art. 54 del Regolamento del Consiglio Comunale.
  2. Partecipazione e valutazione delle linee programmatiche del Sindaco ex art. 40, comma 2 dello Statuto Comunale.
I lavori saranno trasmessi in diretta dall’emittente televisiva Tele Radio Studio 5 Regione Puglia, aggiudicataria del servizio, sul canale 92 del digitale terrestre.

In data 11.11.2013, è sopravvenuta "l'agGiunta".
L'odg del consiglio sarà dunque il seguente:
  1. Surroga Consigliere Comunale dimissionario Corvasce Patrizia (art. 38, comma 8 ed art. 45, comma 1, del D. Lgs. 267/2000);
  2. Interrogazioni ed interpellanze;
  3. Linee programmatiche di mandato amministrativo 2013 – 2015;
  4. Causa civile Fiori srl c/Comune di Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 364/2012. Riconoscimento ulteriore debito fuori bilancio;
  5. Causa civile Fucci Aniello c/Comune Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 817/2009. Atto di pignoramento presso terzi. Riconoscimento debito fuori bilancio;
  6. Causa civile Future 3 Invest srl c/Comune Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 453/2012. Riconoscimento debito fuori bilancio;
  7. Causa civile Ricco Altomare c/Comune Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 1498/2012. Riconoscimento debito fuori bilancio;
  8. Causa civile Edilcaf srl c/Comune Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 502/2013. Riconoscimento debito fuori bilancio;
  9. Causa civile Mennea Donato+1 c/Comune Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 449/2012. Riconoscimento debito fuori bilancio;
  10. Causa civile Dibenedetto Giovanni+6 c/Comune Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 546/2013. Riconoscimento debito fuori bilancio;
  11. Causa civile Doronzo Luigi c/Comune Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 452/2012. Riconoscimento debito fuori bilancio;
  12. Causa civile Cosedil di Prascina Giuseppe sas c/Comune Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 1098/2013. Riconoscimento debito fuori bilancio;
  13. Causa civile Coop. Edilizia Bellavista srl, Coop. Edilizia l’Ulivo srl, Coop. Edilizia Liberazione srl c/Comune Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 1093/2013. Riconoscimento debito fuori bilancio;
  14. Causa civile Coop. Edilizia Casa più srl, Coop. Edilizia Junior My House srl, Coop. Edilizia La Prima Casa, Messinese Tommaso, Distaso Laura c/Comune Barletta dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Sentenza n. 1091/2013. Riconoscimento debito fuori bilancio;
  15. Riconoscimento e presa d’atto dei debiti fuori bilancio anno 2013 – Avvocatura Comunale

giovedì 7 novembre 2013

Interrogazione. Servizio per l'integrazione scolastica dei diversamente abili.

Protocollata in data 07.11.2013


Interrogazione consiliare ex art.51 del regolamento del Consiglio Comunale
(si richiede risposta scritta)

Al Sig. Sindaco

Oggetto: Servizio comunale per l’integrazione scolastica e sociale extrascolastica dei diversamente abili

Ill.mo Sindaco, in  qualità di consigliere comunale sono a chiederLe informazioni circa il ritardo con cui si sta procedendo all’invio delle figure degli educatori presso le scuole destinatarie del servizio di cui in oggetto.
Il succitato servizio viene portato avanti dal comune di Barletta da circa tredici anni e prevede l’affiancamento all’insegnante di sostegno della figura di un educatore a sostegno dei bambini e ragazzi diversamente abili, per l’autonomia e l’integrazione degli stessi all’interno delle scuole e dei gruppi classe.
Premesso che
-          sono pervenute alla sottoscritta molte segnalazioni da parte di privati cittadini, in prevalenza insegnanti e genitori di alunni diversamente abili destinatari del servizio;
-          la sottoscritta, prima di procedere alla formulazione del presente scritto, si è premurata di cercare informazioni a riguardo senza ottenere risposte chiare e certe;
considerato che
-          il diritto all’educazione e all’istruzione dovrebbe essere garantito a tutti i cittadini e che, nel caso degli alunni con disabilità, si realizza secondo la normativa vigente (legge 104/92, artt. 12, 13, 14, 15, 16);
-          abbiamo come amministratori di questo ente l’obbligo di “prendere in carico” e di occuparci della cura educativa e della crescita complessiva della persona con disabilità predisponendo tutte le condizioni ed eliminando tutti i possibili ostacoli e le barriere, fisiche, culturali, temporali, burocratiche;
-          il bando per l’affidamento del servizio di integrazione scolastica è stato pubblicato in data 29.03.2013 a firma del Dirigente competente, dott.ssa Rosa Dipalma;
-          l’attività scolastica è cominciata il giorno 11.09.2013 e che, a partire da quel giorno, sino alla data di oggi  07.11.2013, a quattro giorni al compimento del secondo mese di scuola, ai tanti alunni diversamente abili il diritto allo studio non è garantito a causa di questo grave ritardo;
-          nella fattispecie, alcuni alunni sono costretti a restare a casa nel giorno libero dell’insegnante di sostegno, altri ancora - i casi più gravi – frequentano la scuola solo durante le 18 ore settimanali spettanti all’insegnante di sostegno, a fronte delle 32 ore settimanali previste;
-          oltre alla problematica del diritto all’istruzione leso, si verifica - perdurando questo ritardo - anche un notevole disagio per le famiglie in cui entrambi i genitori lavorano e il bambino, nelle fasce orarie o nelle giornate in cui dovrebbe essere a scuola, non può essere accudito;

INTERROGO IL SINDACO
per conoscere
- se non ritenga necessario un intervento urgente di sollecitazione presso gli uffici preposti all’affidamento del servizio affinché si arrivi nel più breve tempo possibile a provvedere all’invio degli educatori presso le scuole;
e CHIEDO
che con risposta scritta, mi fornisca le motivazioni per le quali gli uffici preposti ancora non hanno provveduto all’invio degli educatori presso le scuole,
nonché
le determinazioni ed i provvedimenti che si intende prendere e la tempistica di intervento.

Barletta, 07.11.2013
Il consigliere comunale
Giuliana Camilla Damato
(Partito Democratico)

Da Sud verso Expo 2015. Convegno nazionale.


Venerdì 8 Novembre, alle ore 18, presso la Sala Rossa del Castello di Barletta, siamo tutti invitati al convegno "DA SUD VERSO EXPO 2015": Agricoltura, beni culturali, turismo. Lo sviluppo sostenibile. 

Dal 31 maggio al 1 ottobre del 2015 Milano ospiterà la nuova Expo, dal tema “Nutrire il Pianeta, energia per la vita”. Un’opportunità imperdibile per parlare, conoscere e far conoscere al mondo intero la numerosa gamma di prodotti agroalimentari di qualità e la grande presenza, sul nostro territorio, di giovani imprenditori pronti a cogliere la sfida della modernità, anche nel settore alimentare.
Da qui scaturisce la volontà del Partito Democratico di organizzare una serie di incontri, in tutta Italia. 
Ne discuteranno, a Barletta, insieme alle organizzazioni agricole, alle associazioni di settore, al mondo della cooperazione, a Sindaci, amministratori e operatori del settore,

Enzo Lavarra, Presidente del Forum nazionale PD per le Politiche Agricole, 

Maurizio Martina, sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole 


GUGLIELMO EPIFANI, Segretario Nazionale del Partito Democratico.

martedì 5 novembre 2013

Report gettoni di presenza per i mesi di Luglio, Agosto e Settembre.


Per l'attività dei consiglieri comunali è previsto, nei limiti fissati dalla legge e dall'apposito decreto ministeriale, il conferimento di un "gettone di presenza" per la partecipazione a consigli e commissioni.

Così come provo a fornire costante informazione sull'attività che svolgo, mi sembra doveroso dichiarare pubblicamente quanto la collettività mi conferisce. 

Secondo quanto previsto dal consiglio comunale del 2 Agosto, come consigliera del Partito Democratico sono stata dichiarata componente di due commissioni (l'VIII c.c.p. Affari Socio-sanitari, Sport e Tempo libero e la VI c.c.p. Cultura e Pubblica Istruzione).
Ecco un resoconto delle sedute tenutesi tra Luglio e Settembre e il totale dei "gettoni" che mi verranno conferiti.

Commissione Cultura e Pubblica istruzione:

5 presenze su 5 sedute
05/09, 10/09, 16/09, 17/09, 23/09 

Qui i dettagli di convocazioni e contenuti:

Commissione Affari Socio-sanitari, Sport e Tempo Libero:

13 presenze su 13 sedute
05/09, 09/09, 12/09, 13/09, 16/09, 17/09, 18/09, 19/09, 20/09, 23/09, 26/09, 27/09, 30/09

Qui i dettagli di convocazioni e contenuti:

Consigli comunali:

3 presenze su 3 sedute
19 luglio, 2 agosto, 6 settembre 

Per 19 riunioni a cui ho preso parte nei tre mesi di attività a partire dalla mia elezione, non assentandomi neanche una volta, avendo rinunciato al gettone per una seduta ed essendo un'altra seduta andata deserta, mi verrà accreditato un totale di 672,00€ netti.

Giovedì sera si terrà il primo direttivo cittadino del Partito Democratico da quando si è celebrato il congresso.
La mia prima proposta sarà che tutti noi 9 consiglieri, nonché l'unico componente del PD in giunta, in quanto "rappresentanti del Partito Democratico", versiamo con cadenza regolare alle casse del nostro partito un contributo collegato a quanto ci viene conferito. E' doveroso, io credo.


Biblioteca "online". Un primo importante passo.








Queste stupende immagini di testi antichi sono solo una piccolissima testimonianza della bellissima visita che con la Commissione consiliare "Cultura e Pubblica Istruzione" abbiamo fatto qualche settimana fa  presso la Biblioteca comunale Sabino Loffredo per verificarne le condizioni e per raccogliere segnalazioni ed esigenze.
Il patrimonio librario che possediamo è davvero inestimabile, e chi un pochino mi conosce può immaginare l'emozione che ho provato nel vedere, toccare e annusare i testi antichissimi di cui siamo custodi e proprietari. Intraducibile in parole. Una magia! E, Dio, ti vien voglia -se sei lì- di passare tutta la vita nella penombra di quegli scaffali a scartabellare, scoprire, accarezzare il sapere contenuto in quei testi (alcuni addirittura del XVI secolo) passati per le mani di Gesuiti e Domenicani...

Durante quella visita di qualche settimana fa, abbiamo appreso (e oggi ne viene data comunicazione sulle pagine della Gazzetta del Mezzogiorno) di un importante passo in avanti verso la "digitalizzazione" del nostro patrimonio librario. Attraverso dei fondi ricevuti dalla Provincia di Bari nell'ambito del P.O. Fesr 2007-2013 destinati a "progetti di riqualificazione e valorizzazione del sistema delle biblioteche" (ai quali la Biblioteca di Barletta si era candidata) è stato possibile digitalizzare alcuni volumi antichi e periodici locali di particolare interesse storico, oggi consultabili online.
Le immagini sono visualizzate a bassa definizione (jpeg100), tali da consentire una buona leggibilità a video (con possibilità di ingrandimento) ma non la riproduzione a scopi commerciali e i volumi sono trasformabili in pdf. La Biblioteca ha ricevuto in dotazione il master delle immagini che sono a disposizione di chiunque desideri la riproduzione di pagine ad alta (tif) e media (jpeg300) risoluzione.
Insieme ai volumi della nostra Biblioteca, troverete le collezioni digitali del patrimonio bibliografico di pregio delle biblioteche del polo SBN Terra di Bari: testi a stampa, musica manoscritta, periodici, cartografia a stampa.

Questo è il link per accedere direttamente ai volumi della nostra Biblioteca
 http://www.internetculturale.it/opencms/opencms/it/main/partner/istituto_0052.html (cliccare in fondo alla pagina su "accedi al patrimonio digitale").

Ci sono delle cose stupende... copie della fine del 1800 de L'Organetto giornale universale ("Suona ogni quindici giorni, ed in tutti i toni"), del periodico Il circondario di Barletta: giornale amministrativo, commerciale, industriale, letterario, scientifico, politico, opere di Gabriele da Barletta (vi consiglio di vedere questo video in cui il Prof. Filannino ci racconta chi era, Gabriele da Barletta http://www.youtube.com/watch?v=LcUUh8ZoBDo), i Sermones per esempio, in una delle edizioni più antiche, del 1500: http://iccu01e.caspur.it/ms/internetCulturale.php?id=oai%3Abncf.firenze.sbn.it%3A21%3AFI0098%3AMagliabechi%3ATO0E020022&teca=Bncf e tanto, tanto altro.

Per accedere al patrimonio senza passare dal link su indicato il percorso è:
- www.internetculturale.it
- nella parte centrale del sito, nella sezione "collezioni digitali", cliccare sulle immmagini e, in particolare, sulla barca a vela rossa simbolo della Fiera del Levante, ovvero su "emeroteca digitale della Puglia"
- in fondo alla pagina, nella sezione "istituti collegati", troverete, tra le tante altre biblioteche, la "Biblioteca comunale Sabino Loffredo"

Buona scoperta a voi tutti!

lunedì 4 novembre 2013

Convocato il primo Direttivo cittadino post congresso.


Circolo di Barletta
via Roma, 33

Carissimi, 
Giovedì 7 Novembre 2013 alle ore 19:30 presso la sede del Partito Democratico di Barletta (via Roma, 33) è convocato il primo direttivo cittadino dal giorno del congresso che ha visto eletto, anzi "acclamato" Segretario cittadino l'amico Franco Ferrara, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

1) Vita del circolo
2) Insediamento degli organismi statutari
3) Proposte e discussione sulle tematiche delle commissioni di lavoro del circolo 
4) Congresso Nazionale: convenzione (art. 4 del Regolamento Elezione Segretario Nazionale)
5) Varie ed eventuali


Lo scrivo qui per invitare tutti gli amici iscritti e simpatizzanti, anche se non "componenti" di diritto del direttivo, a partecipare alla discussione.
Cominciamo a "rianimarlo" questo partito. Con la nostra presenza costante, coi nostri spunti, con il nostro lavoro. In tanti si aspettano qualcosa di buono, da questo nuovo ciclo del Partito Democratico. Non deludiamoli.

AGGIORNAMENTO: La riunione del Direttivo cittadino del PD prevista per oggi viene rinviata a LUNEDI 11/11 per subentrati impegni improrogabili per convocazione tavolo politico con il sindaco.

sabato 2 novembre 2013

Report sedute di commissione del mese di Ottobre. Affari socio-sanitari, Sport e Tempo libero.

Ecco il mio report mensile sulle sedute di commissione cui ho preso parte in quanto componente.
La VI Commissione consiliare permanente, "Affari socio-sanitari, Sport e Tempo libero", composta da:
Marcello Lanotte (Presidente, Scelta civica)
Giuseppe Losappio (vice-Presidente, PDL)
- me, Giuliana Damato  (Partito Democratico)
Michele Lasala (Sinistra Unita per Barletta)
Francesca Dascoli (Alfarano per Barletta)
Segretario: Sig. Antonio Doronzo
nel mese di OTTOBRE, si è riunita nei giorni:
  • 02/10/2013 - "Analisi per l'istituzione della figura del Garante per la Diversa Abilità", discussione sulla possibile istituzione della figura del "garante"su istanza della Rete cittadina per la diversa abilità, alla presenza della sig.ra Salerno in rappresentanza della rete stessa
  • 03/10/2013 -  "Analisi per l'istituzione della figura del Garante per la Diversa Abilità", discussione sulla bozza di regolamento per l'istituzione della figura del garante, su istanza della Rete cittadina per la diversa abilità, alla presenza del sig. Tuosto in rappresentanza della rete stessa
  • 10/10/2013 - "Analisi del PEG e delle voci di bilancio relative ai servizi sociali per l'anno 2012"
  • 16/10/2013 - "Analisi PEG 2012", analizzate voci relative ai servizi scolastici
  • 17/10/2013 - Seduta congiunta con la commissione Controllo e Garanzia sulla questione "Affidamento del servizio trasporto disabili
  • 23/10/2013 - Seduta congiunta con la VIII Commissione Consiliare "Cultura e Pubblica Istruzione", alla presenza degli assessori Villani (politiche dei diritti e dei doveri) e Caroppo (politiche dell'identità culturale) per "Audizione Arcigay BAT" (in seguito a istanza pervenuta in data 11/09, per discutere di: approvazione registro anagrafico delle coppie di fatto; iscrizione del comune di Barletta nella rete RE.A.DY, Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere; corsi di formazione al personale comunale/scolastico alle tematiche LGBTQIE; Barletta Pride 2014.
  • 24/10/2013 - "Ricognizione emergenze abitative", discussione sulla questione relativi a morosi e abusivi inquilini di alcune abitazioni presso via L. Da Vinci (in seguito ad istanza pervenuta dalla sig.ra Vino) alla presenza dell'assessore Francabandiera
  • 25/10/2013 - Seduta congiunta con la commissione Controllo e Garanzia sulla questione "Affidamento del servizio trasporto disabili" alla presenza della dirigente Dott.ssa Dipalma
  • 30/10/2013 - "Analisi PEG 2012", analizzate voci relative alle strutture e ai servizi sportivi
    • 31/10/2013 - Discussione sulla bozza ultimata del "Regolamento associazioni sportive" alla presenza dell'assessore Divincenzo