martedì 28 aprile 2015

Stato di disoccupazione: cambiano le norme.

ATTENZIONE!
In materia di LAVORO stanno cambiando un po' di norme.
La Provincia Barletta-Andria-Trani fa sapere che "a decorrere dal 1° Gennaio 2016 tutti coloro che non confermeranno semestralmente nel corso dell'anno 2015 la disponibilità al lavoro (DID) presso il Centro per l'Impiego del proprio domicilio, perderanno lo stato di disoccupazione ai sensi della DGR N.2500/2013."
Dunque, a tutti tutti coloro che purtroppo vivono la condizione di disoccupazione, ricordo di recarsi presso il Centro per l'Impiego di Via Pizzetti, 25 (dal Lunedì al Venerdì 08:30/12:30, Martedì e Giovedì aperto anche il pomeriggio 15:00/17:30) e di confermare, di semestre in semestre, di essere disoccupato e disponibile al lavoro.
*****
Vi anticipo che a partire dal 4 Maggio, presso il portale http://www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/cantieridicittadinanza oppure presso i CAF convenzionati sarà possibile presentare la domanda di accesso per ‘Cantieri di cittadinanza’ e ‘Lavoro minimo di cittadinanza’.
- I Cantieri di Cittadinanza, rivolti alle persone disoccupate da almeno 12 mesi, agli inoccupati e alle persone in condizione di specifiche fragilità sociali come disabili, ex detenuti e donne sole, saranno percorsi presso Comuni, organismi pubblici, imprese e organizzazioni del Terzo Settore, della durata da 6 a 12 mesi, con un’indennità per il partecipante di 23 euro a giornata (max 500 euro al mese). 
- Il Lavoro Minimo di Cittadinanza sarà invece rivolto ai percettori di ammortizzatori sociali, anche in deroga. I Comuni, singoli o associati, che promuoveranno tali iniziative potranno accogliere, per la loro ricollocazione, le persone in cassa integrazione anche in deroga che sosterranno una specifica attività, coerente con il rispettivo profilo professionale.
Riguardo queste misure di "politiche attive del lavoro" e "inclusione sociale attiva" vi darò dettagli presto, in un apposito post. Nel frattempo, tenete a mente la data e provvedete a regolarizzare la vostra posizione presso i Centri per l'impiego.

lunedì 27 aprile 2015

Giunta comunale del 24 Aprile 2015. La nuova Bar.S.A.

Presto saremo chiamati in consiglio comunale a discutere del nuovo assetto della BAR.S.A. (Barletta Servizi Ambientali).
A tal fine, Venerdì 24 Aprile si è riunita la Giunta comunale per esaminare lo schema di regolamento sul “Controllo analogo” delle società partecipate da sottoporre al Consiglio comunale insieme al nuovo Statuto della società Bar.S.A.


Si sta dando seguito così al “Piano operativo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni del Comune di Barletta” e agli adempimenti conseguenti alla trasformazione della Bar.S.A. in società in house, operata, sulla base della giurisprudenza comunitaria e nazionale, in quanto strumento idoneo alla gestione di essenziali servizi pubblici locali. 

La Giunta ha quindi approvato lo schema di regolamento sul “Controllo analogo” delle società destinatarie di affidamenti in house di servizi pubblici, compiendo un nuovo passo avanti in linea con gli orientamenti della spending review.


Tra le novità introdotte, particolare rilievo assume la riduzione dei componenti del Consiglio di Amministrazione dagli attuali 5 a 3 o la nomina di un amministratore unico. 

Nell’ottica della massima trasparenza, la selezione dei componenti il Consiglio di Amministrazione dovrà osservare procedure ad evidenza pubblica finalizzate ad individuare figure di accertata professionalità. 

Sarà altresì istituito, all’interno del settore comunale Programmazione Economica e Finanziaria del Comune, l’”Ufficio Partecipate” con funzioni di controllo gestionale finanziario analogo a quello esercitato sui propri servizi,  nelle fasi di indirizzo, monitoraggio e verifica dell’attività svolta dalla partecipata; questa, a sua volta, dovrà dotarsi di una struttura referente che funga da interfaccia.

È stata anche prevista la possibilità che nel capitale sociale entrino altri soci pubblici, prevalentemente i Comuni degli Ambiti ARO e OGA, anche nella prospettiva della evoluzione delle modalità di gestione dei servizi di igiene urbana indicate dalle norme regionali vigenti e delle nuove possibilità operative nel più ampio territorio.

Ecco qui scaricabili:
- la bozza del NUOVO STATUTO BAR.S.A.:
https://drive.google.com/file/d/0B4qZbh3j6Gp_MjlyWnU5dGJ4QVU/view?usp=sharing

- lo schema di regolamento sul Controllo Analogo delle società partecipate:
https://drive.google.com/file/d/0B4qZbh3j6Gp_c2hRSmh1ZnhCR1U/view?usp=sharing

Lo schema di regolamento, in particolare, è depositato presso l’Ufficio di Segreteria del Comune e pubblicato sul sito internet istituzionale per quindici giorni allo scopo di raccogliere osservazioni e suggerimenti, come previsto da normativa.

Io stessa, se vi andrà, sono pronta ad accogliere vostri suggerimenti e farmene interprete, se coerenti con l'oggetto della deliberazione che mi troverò a votare.
Fatevi avanti!

venerdì 24 aprile 2015

Giunta comunale del 23 Aprile 2015.

La Giunta comunale riunitasi Giovedì 23 Aprile ha esaminato e approvato le seguenti delibere:

Istituzione dell’Albo unico per le libere forme associative, aventi sede e/o operanti sul territorio cittadino.
E’ stata approvata l’istituzione dell’Albo unico per le libere forme associative, aventi sede e/o operanti sul territorio del Comune di Barletta denominato “Albo delle Associazioni”, ottimizzando la funzionalità dell’Ufficio URP, presso il quale è stato istituito l’Ufficio per la Partecipazione, riunendo in uno Sportello Unico Di Accesso (SUA), tutte le attività di ascolto, di acquisizione delle istanze di accesso agli atti amministrativi, di reclamo o di segnalazione, che dovranno essere contestualmente protocollate e inviate telematicamente agli uffici di competenza per facilitare l’accesso del cittadino ai servizi e alla gestione della cosa pubblica, assicurando trasparenza e partecipazione.
Valorizzazione e sviluppo del patrimonio immobiliare.
La Giunta ha approvato lo Schema di Convenzione tra il Comune e il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Barletta Andria Trani aderendo all'iniziativa della Cassa Italiana di Previdenza ed Assistenza dei Geometri e proposta dal Collegio Provinciale dei Geometri, per iniziative riguardanti incarichi professionali di censimento e catalogazione da affidare in convenzione per la valorizzazione e lo sviluppo del patrimonio immobiliare.
Assegnazione risorse da contribuzioni volontarie per il crollo di via Roma.
La Giunta ha stabilito di assegnare il residuo di 12.300 euro del Fondo economico ricavato dalle volontarie contribuzioni dei cittadini sul conto corrente della Tesoreria comunale appositamente istituito, a favore di tutti i proprietari delle abitazioni distrutte nel crollo della palazzina di via Roma, applicando i parametri stabiliti dalle deliberazioni di Giunta comunale n. 226 e n.251 del 2011.
“Il Maggio dei libri”.
L’Amministrazione aderisce alla campagna nazionale di promozione della lettura “ Il Maggio dei Libri 2015”, approvando il programma delle iniziative che la Biblioteca Comunale “Sabino Loffredo” ha organizzato per l’occasione con il coinvolgimento di associazioni culturali, autori ed esperti in attività creative.
“Barletta…in movimento”. 
L’Amministrazione sostiene le iniziative del programma “Barletta…in movimento” organizzate dall’Associazione Barletta Sportiva che si terranno a maggio nelle vie cittadine e al Parco del fiume Ofanto.
Sostituzione componente dimissionario commissione toponomastica.
A seguito delle dimissioni di Giuseppe Savasta, e su sua stessa proposta, è stato nominato Michele Grimaldi, funzionario della locale sezione dell’Archivio di Stato, nuovo componente della commissione toponomastica.

mercoledì 22 aprile 2015

Mozioni rinviate e diritto di iniziativa dei consiglieri. Riscontro Presidente.

Alla mia nota (questa) del 14 Aprile con cui domandavo i motivi della mancata discussione, per tanti consigli comunali, di alcune mozioni da me proposte,  riguardanti 
- la trasparenza, la partecipazione al processo democratico e l’accesso alle assemblee elettive quali diritti dei cittadini da promuovere con tutti gli strumenti a disposizione (trasmissione in streaming delle sedute del consiglio comunale);
- - il rischio della perdita del lavoro per circa 147 uomini e donne, alcuni dei quali nostri concittadini occupati presso i punti vendita di Barletta e Andria (mozione COOP estense);
- - la promozione del territorio, la valorizzazione del lavoro dei creativi e il potenziamento dell'offerta turistica (esposizione e vendita opere del proprio ingegno),
  dopo questa nota del Sindaco mi è giunta oggi risposta dalla Presidente del Consiglio. Eccola:

https://drive.google.com/file/d/0B4qZbh3j6Gp_NTBWY0ZnRVByTjg/view?usp=sharing

martedì 21 aprile 2015

Casa di Riposo e alcuni atti "sospesi". A che punto siamo?

La situazione della casa di riposo continua a starmi a cuore.
E' una situazione ancora molto critica, come dicevo qui e qui e che, nonostante alcuni recenti sforzi, sembra non potersi ancora risolvere.
Tempi elefantiaci per ogni cosa, atti, risposte, risoluzioni.
Riguardo due specifiche questioni connesse all'ASP, stamane ho protocollato questa nota al Sindaco.

Vi aggiorno non appena mi giungono risposte.

Prot. 20647 
Al Sindaco


OGGETTO: Atti amministrativi riguardanti la Casa di Riposo A.S.P. Regina Margherita

Ill.mo Sindaco,
sono a scriverLe in qualità di consigliere comunale per avere notizie riguardo alcuni atti amministrativi utili a regolarizzare, formalizzare, risolvere, lenire alcune perduranti problematiche connesse alla sussistenza dell’ASP Regina Margherita, la casa di riposo dei nostri anziani.
Le scrivo per domandarLe:
-          a che punto sia la redazione della proposta di deliberazione consiliare riguardante la donazione modale dal Comune di Barletta in favore dell’ASP (come da atto di indirizzo espresso con delibera di Giunta comunale n°277 del 12.12.2014) necessaria ad evitare lo scioglimento della stessa e fondamentale ai fini dell’attribuzione del finanziamento regionale “EcoMnesis GeriaPoli” per la costruzione della nuova ala della Casa di riposo e la ristrutturazione dell’immobile esistente. La delibera di Giunta che cito, approvata quattro mesi orsono, risultava infatti solo “propedeutica” all’atto consiliare che di fatto autorizzerebbe la donazione modale. Mi risulta che la stessa proposta di deliberazione consiliare sia stata depositata dal Settore Servizi Sociali presso l’Ufficio della Presidenza del Consiglio poco dopo l’approvazione della del. g.c. 277, ma ritirata dopo qualche giorno e mai nuovamente depositata ai fini della calendarizzazione in Consiglio dopo opportuna analisi delle Commissioni consiliari competenti;

-          a che punto sia l’iter per l’accertamento e l’eventuale riconoscimento del “possibile debito fuori bilancio” connesso all’ospitalità presso l’ASP di un nucleo di 3 persone (Dxxxx/Oxxxx) dal Maggio 2012 (e protrattasi oltre il termine previsto) a seguito dell’esecuzione di sgombero coattivo e quali siano le intenzioni di questa amministrazione in merito alla gestione delle problematiche abitative di tale nucleo familiare. Le inviavo una nota a tal proposito in data 25 Febbraio 2014 e nell’anno stesso in numerose occasioni (comprese alcune sedute ufficiali delle Commissioni consiliari I - “Affari finanziari” e VI “Affari socio-sanitari”) in qualità di consigliere comunale ho provato a raccogliere informazioni in merito alla questione. Le ultime notizie da me raccolte, mesi orsono, dai Dirigenti del Settore Affari finanziari e Affari sociali, riguardano solo l’iter del riconoscimento di quello che è stato formalmente inserito nell’elenco dei “possibili debiti fuori bilancio”, fermo alla fase della “verifica di congruità”. Le chiedo dunque: si è verificata la congruità di questo debito? Cosa ostacola la formalizzazione dell’atto da sottoporre al Consiglio Comunale per l’eventuale riconoscimento del debito, atteso che già circa 6 milioni di euro di debiti verso altri enti, privati e società ci siamo ritrovati a saldare in questi quasi due anni di consigliatura? Mi trovo dunque a rinnovare la stessa preghiera rivoltaLe nella mia del 25.02.2014, ovvero “di conoscere i provvedimenti che questa pubblica amministrazione intende porre in essere in merito all’individuazione di una sistemazione del nucleo familiare e di una “regolarizzazione” dell’ospitalità offerta loro dall’ASP dal 07.06.2012 fino ad oggi e sono a pregarLa di annoverare questa questione tra le più urgenti, considerati i lunghi tempi di silenzio e inerzia intercorsi e le responsabilità che finora l’ASP ha dovuto assumersi su una questione che non attiene cittadini anziani (ai quali i servizi offerti dall’ASP sono prioritariamente rivolti) ma cittadini il cui status dovrebbe comportare la “presa in carico” da parte degli uffici dei Servizi Sociali” e costituisce, aggiungo, questione di cui la nostra Amministrazione - e non già l’Azienda presso cui incidentalmente risiedono i tre concittadini - dovrebbe preoccuparsi.

Entrambe le questioni sottoposte costituiscono solo una piccola parte delle inerzie che, unite a numerose altre oggettive problematiche e a responsabilità certamente distribuite nel tempo e su tanti (tutti oserei dire), impediscono alla casa di riposo di mantenersi come struttura atta a fornire accoglienza e ristoro ai nostri anziani e la pongono, ancora oggi, in condizioni di serissima difficoltà per la ordinaria sussistenza.

Aggiungo che, alla luce della imminente costruzione della nuova ala dell’ASP mediante il finanziamento succitato e che raddoppierà la disponibilità di posti disponibili, sia opportuno se non necessario cominciare a compiere una seria analisi della domanda e dell’offerta di servizi residenziali per anziani nel nostro territorio provinciale e avviare dei ragionamenti su come intendiamo programmare all’interno del bilancio comunale le risorse utili a garantire l’ospitalità dei nuovi possibili utenti presso l’erigenda struttura.

Personalmente considero il riconoscimento e la tutela di un presidio come la Casa di Riposo Regina Margherita, azienda pubblica, una priorità politica. Essa rappresenta, senza alcun dubbio, un presidio storico del sistema di assistenza e servizi sociali della città di Barletta. Quale debba essere il suo destino è tra le nostre maggiori responsabilità.

Confidando in un Suo certo e preciso riscontro riguardante le due specifiche questioni sottoposte,
porgo cordiali saluti.

Barletta, 21.04.2015
Il consigliere comunale
Giuliana Camilla Damato

lunedì 20 aprile 2015

Mozioni rinviate e diritto di iniziativa dei consiglieri. Riscontro Sindaco.

Lo scorso 14 Aprile ho espresso alla Presidenza del Consiglio comunale, al Segretario generale e al Sindaco (attraverso questa missiva)il mio rammarico per la mancata discussione, per tanti consigli comunali, di alcune mozioni da me proposte, domandandone i motivi e cercando di comprendere le decisioni future a riguardo.

Poco fa mi è giunta una nota del Sindaco recante il seguente messaggio: 

Gentile consigliere, cara Damato,
ho letto con attenzione la lettera al Presidente del Consiglio comunale sul "diritto di iniziativa e proposta dei consiglieri comunali" in relazione alla discussione delle mozioni, che ha inteso portare anche a mia conoscenza.
Senza entrare nel merito e rispettando l'esercizio delle prerogative proprie della Presidenza del Consiglio, vorrei esprimere l'interesse dell'Amministrazione al pieno esercizio dei compiti propri di ogni consigliere comunale e, a tal fine, manifestare la disponibilità a collaborare alla individuazione di una ipotesi di lavoro, volta a collegare la calendarizzazione delle interrogazioni consiliari all'esame delle mozioni di cui si disponga il testo nei termini regolamentari.

Cordialmente,
Pasquale Cascella

Ora attendo riscontri concreti. Una "ipotesi di lavoro" per me è che in ogni convocazione del Consiglio comunale siano inseriti all'odg Interrogazioni, Interpellanze e Mozioni (qualora ve ne siano). E che essi siano discussi in apertura del Consiglio e non in coda.
Attendo fiduciosa.

domenica 19 aprile 2015

Giunta comunale del 16 Aprile 2015.

La Giunta comunale riunitasi Giovedì 16 Aprile ha esaminato e approvato le seguenti delibere:

Protocollo d’intesa con l’Agenzia delle Entrate  e la Guardia di Finanza - Contrasto all'evasione fiscale

La Giunta ha ripreso l’iniziativa ipotizzata già nel 2011 di un protocollo d’intesa con l’Agenzia delle Entrate  e la Guardia di Finanza. Il progetto, aggiornato d’intesa con l’ANCI Puglia nell’ambito del progetto ministeriale “Attività di semplificazione dei processi organizzativi per la fiscalità locale – Semplifi(S)co” da sottoscrivere con la Direzione Regionale della Puglia dell’Agenzia delle Entrate e con il Comando Regionale della Puglia della Guardia di Finanza, mira a sviluppare progressivamente ogni utile sinergia per la prevenzione e il contrasto all’evasione fiscale nello spirito della collaborazione amministrativa tra gli enti pubblici nei rispettivi ambiti.

Protocollo d’intesa per la redazione di un “percorso” sperimentale di documentazione comunale sull’accessibilità

E’ stato approvato lo schema del Protocollo d’intesa per la redazione di un “percorso” sperimentale finalizzato alla realizzazione di un Piano per l’Accessibilità Comunale. Si intende così promuovere la diffusione della cultura dell’inclusione, delle opportunità e della cittadinanza attiva per tutti attraverso l'abbattimento delle barriere acquisendo la documentazione di un “progetto pilota” offerto dall’Associazione Giovani Architetti della BAT (AGABAT) e la disponibilità a contribuire alla formazione di un Piano per l’accessibilità a significativi luoghi pubblici anche a valere sui Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA).

Fornitura libri di testo

Sono stati approvati i criteri per l’assegnazione dei fondi stanziati dalla Regione Puglia relativi alla fornitura di libri di testo per l’anno scolastico 2014/2015 a favore degli alunni che frequentano le scuole secondarie di 1° e 2° grado le cui famiglie hanno presentato apposita richiesta e sono in possesso dei requisiti di legge.

Manifestazione “Sogno di una notte di…fine scuola”

L’Amministrazione, in collaborazione con le istituzioni scolastiche  del primo ciclo d'istruzione e con il Coordinamento Genitori Democratici, promuove la seconda edizione della  manifestazione “Sogno di una notte di …...fine scuola”, da organizzare il 22 maggio nell'anfiteatro dei giardini del Castello per le esibizioni musicali e nella galleria del Teatro Curci  per l’esposizione degli elaborati artistici che hanno caratterizzato l’attività didattica nel corso dell’anno scolastico.

Spettacolo teatrale “Vi racconto 15 anni di Mudù

E’ stato concesso l’utilizzo del Teatro Curci per lo spettacolo “Vi racconto 15 anni di Mudù”  con la partecipazione del cabarettista pugliese Uccio De Santis in programma il 21 maggio.

martedì 14 aprile 2015

Il Sindaco Cascella ritirato le dimissioni: la nota ufficiale.


Si riparte!

Mi è stata appena trasmessa la formale comunicazione con cui il Sindaco annuncia di aver ritirato le sue dimissioni.
Qui il testo, in cui se ne percepiscono le ragioni:


Qui di seguito, invece, eccovi il testo del suo intervento di ieri, in Consiglio comunale:

Le mie mozioni, rinviate per 5 volte.

Ho protocollato stamane questa nota, per chiedere chiarimenti in merito alla mancata discussione di alcune mozioni che ho proposto al Consiglio comunale.
La pazienza ha un limite.


Al Segretario Generale
Al Presidente del Consiglio
e, p.c.,
Al Sindaco

OGGETTO: Diritto di iniziativa e proposta dei consiglieri comunali. Mancata discussione (e calendarizzazione) mozioni consiglio comunale

Preg.mi,
-          in data 23.02.2015 veniva assunta a protocollo con n. 10480 una mia mozione denominata “Consiglio comunale in diretta streaming a costo zero”, la cui discussione era prevista in coda all’odg del consiglio comunale convocato per quella data e non discussa per scioglimento dell’assemblea al termine dell’odg “rituale”. La stessa, inserita in coda all’odg del consiglio successivo, quello del 16.03.2015, per gli stessi motivi di cui sopra non è stata discussa. Ancora, inserita all’odg del consiglio del 24.03.2015, sempre per scioglimento dell’assemblea prima che si arrivasse a discuterla, non è stata discussa. Sono seguite poi due ulteriori convocazioni per due consigli comunali, nelle date del 03.04.2015 l’uno e del 13.04.2015 l’altro, in nessuno dei quali è stata inserita all’odg la mozione in oggetto à (totale “rimbalzi”: 5 consigli comunali);

-          in data 16.03.2015 veniva assunta a protocollo con n. 14489 una mia mozione denominata “Rischio mobilità lavoratori e lavoratrici pugliesi della Coop estense” da discutersi nel consiglio comunale convocato per quella data e non discussa per scioglimento dell’assemblea sui precedenti punti all’odg. La stessa, inserita all’odg del consiglio successivo, quello del 24.03.2015, per gli stessi motivi di cui sopra non è stata discussa. Sono seguite poi due ulteriori convocazioni per due consigli comunali, nelle date del 03.04.2015 l’uno e del 13.04.2015 l’altro, in nessuno dei quali è stata inserita all’odg la mozione in oggetto à (totale “rimbalzi”: 4 consigli comunali);

-          in data 24.03.2015 presentavo alla Presidenza del Consiglio un emendamento all’odg “Piano del commercio su aree pubbliche”. Venivo poi invitata dal Sindaco, dal Segretario Generale e dalla Presidenza del consiglio a trasformare in “mozione” e non già in emendamento, in virtù dei suoi contenuti “propositivi” e riguardanti una specifica materia non disciplinata dalle norme sul commercio su aree pubbliche (come da parere del dirigente al ramo sull’emendamento in questione), la stessa proposta, che dunque riformulavo e presentavo sotto il nome di “Attività di esposizione e vendita delle opere del proprio ingegno” con formale accoglimento certificato dalla sigla del Segretario Generale alle ore 17,10 del 24.03.2015. La stessa, da discutersi in coda all’odg del consiglio comunale di quella data, non è stata discussa per scioglimento dell’assemblea sul precedente punto all’odg. Sono seguite poi due ulteriori convocazioni per due consigli comunali, nelle date del 03.04.2015 l’uno e del 13.04.2015 l’altro, in nessuno dei quali è stata inserita all’odg la mozione in oggetto à (totale “rimbalzi”: 3 consigli comunali).

Alla luce di quanto sopra esposto, tutto rientrante nelle prerogative del consigliere comunale come da art. 43 del Dlgs 267/00 (“il diritto di presentare interrogazioni e mozioni …”), chiedo di conoscere le motivazioni per le quali non siano state inserite le su elencate mozioni (presentate nel rispetto dell’art.56 del Regolamento del CC) negli odg dei consigli del 03.04.2015 e del 13.04.2015,
se si ritenga siano rispettate le prerogative del consigliere comunale e garantito e ossequiato il diritto/dovere a consumare la discussione sui temi proposti,
quale metodo questo Ente e questa Presidenza intendono adottare in merito alla discussione delle mozioni in consiglio comunale, se l’inserimento delle mozioni nell’odg sia discrezionale e se sì su quale fondamento, se sia stata assunta come decisione definitiva che le mozioni presentate dai consiglieri siano discusse in chiusura dei consigli comunali (quando evidentemente il numero legale tende a mancare, anche in luogo degli orari raggiunti e del mancato rispetto dell’orario di inzio dei consigli comunali) o se non sia più utile discuterle in apertura (come da prassi fino a qualche mese fa).
Personalmente, alla luce delle circostanze su esposte, sono a riferire profondo rammarico e a dichiarare di sentirmi lesa nel mio diritto di iniziativa e proposta, essendosi verificati per così tante volte quelli che volgarmente definisco “rimbalzi”, ovvero reiterati rinvii delle discussioni proposte (5 volte nel caso della mozione “streaming”, 4 per la mozione “rischio mobilità lavoratori coop” e 3 per la mozione “opere del proprio ingegno”), che in taluni casi rendono i temi suggeriti inattuali (nel caso dei lavoratori della Coop, ad esempio, la situazione si è certamente evoluta –essendo trascorso un mese ormai dalla mia proposizione ad intervenire) e le proposizioni non più utili.
Prendo atto peraltro dello scarso interesse evidentemente mostrato verso tematiche che ho pensato rappresentassero questioni di non scarsa rilevanza, come
-          la trasparenza, la partecipazione al processo democratico e l’accesso alle assemblee elettive quali diritti dei cittadini da promuovere con tutti gli strumenti a disposizione (trasmissione in streaming delle sedute del consiglio comunale);
-          il rischio della perdita del lavoro per circa 147 uomini e donne, alcuni dei quali nostri concittadini occupati presso i punti vendita di Barletta e Andria (mozione COOP estense);
-          la promozione del territorio, la valorizzazione del lavoro dei creativi e il potenziamento dell'offerta turistica (esposizione e vendita opere del proprio ingegno).

Resto in attesa di formali riscontri.

Barletta, 14.04.2015
Il consigliere comunale
Giuliana Camilla Damato

(Partito Democratico)

sabato 11 aprile 2015

Giunta comunale del 9 Aprile 2015.

La Giunta comunale riunitasi Giovedì 9 ha visto si è aperta con le comunicazioni del sindaco Pasquale Cascella riguardo le attività e le soluzioni temporanee ed emergenziali a seguito dello sgombero disposto dall’Autorità giudiziaria degli alloggi occupati abusivamente nell’area della ex Distilleria. E’ stata quindi confermata la destinazione agli anziani aventi diritto sulla base della graduatoria formata nel rispetto delle norme regolatrici dell’investimento pubblico. Successivamente la Giunta, sotto la presidenza del vice sindaco, Anna Rizzi Francabandiera, ha esaminato e approvato le seguenti delibere: 

Piano organizzativo elezioni regionali
E’ stato approvato il piano organizzativo per l’elezione del Presidente della Giunta e del Consiglio regionale della Puglia del prossimo 31 maggio.

Sportello
 “InformaGiovani” 
La Giunta ha stabilito di avviare la procedura di gara a evidenza pubblica per la gestione dei servizi forniti dallo Sportello “InformaGiovani”  a partire da settembre 2015 e per il prossimo triennio, consolidando così un importante punto di riferimento per la realtà giovanile locale che intende affacciarsi al mondo del lavoro.

Giochi sportivi studenteschi 2014-2015

E’ stato concesso un sostegno a favore della direzione didattica della scuola  VI Circolo “R.Girondi” di Barletta per l’organizzazione tecnico-logistico-amministrativa dei “Giochi sportivi studenteschi 2014-2015” che coinvolgeranno numerose scuole cittadine.

Con
corsi musicali internazionali
La Giunta ha concesso l’utilizzo della Sala Consiliare dal 2 al 10 maggio e del Teatro Curci dall’11 al 16 maggio all’Associazione Cultura e Musica “G. Curci” per la realizzazione del 25° Concorso Internazionale per giovani musicisti “Città di Barletta”, del 18° Concorso Internazionale Pianistico “Premio Mauro Paolo Monopoli”, della undicesima edizione  del “Premio Musica Italia” (Rassegna delle Scuole Musicali d’Italia) e del concerto sinfonico finale dei vincitori dei concorsi.

Premio “Pasquale Gialluisi”

E’ stato concesso l’utilizzo della Sala Rossa del Castello per la realizzazione della terza edizione del Premio “Pasquale Gialluisi” organizzata dalla sezione locale dell’Associazione Italiana Arbitri in programma l’11 giugno.

Trofeo Funakoshi

La Giunta ha concesso all’Associazione Sportiva Dilettantistica Istituto Shotokan Funakoshi  l’utilizzo del Palazzetto dello Sport – Paladisfida “M. Borgia” per la realizzazione della quindicesima edizione del “Trofeo Funakoshi”,  manifestazione di arti marziali in programma il 19 aprile.

giovedì 9 aprile 2015

La convocazione #26.


È stato convocato per Lunedì 13 Aprile 2015 alle ore 10.00, in seduta di prima convocazione, il Consiglio Comunale nella Sala Consiliare al 1° piano del Teatro “Curci”, con i seguenti punti all’ordine del giorno:
  1. Comunicazioni del Sindaco
  2. Approvazione aliquote tassa sui servizi indivisibili anno 2015
  3. Approvazione tariffe TARI anno 2015
  4. Esame ed approvazione del Bilancio annuale 2015 del Comune di Barletta - del Bilancio pluriennale 2015/2017 - della relazione previsionale e programmatica e dei relativi allegati.

I lavori saranno trasmessi in diretta dall'emittente televisiva PUNTO TV sul canale 660 del digitale terrestre.

mercoledì 8 aprile 2015

Due azioni importanti di oggi. Bonifica discarica e sgombero alloggi occupati abusivamente.

E' giusto che io riporti due notizie importanti della nostra "cronaca", due "azioni politiche" significative di cui quest'amministrazione, oggi, si è resa protagonista.

(immagine di Barlettaviva.it)

- Sono partiti proprio oggi i lavori di bonifica dell'ex discarica di San Procopio, dopo venticinque anni di attesa
Sugli oltre 2 ettari di terreno saranno effettuati il "capping" per proteggere i rifiuti depositati dall'infiltrazione delle acque meteoriche a tutela della falda (ovvero l'impermeabilizzazione del corpo discarica), la regimentazione delle acque superficiali e il recapito verso corpi idrici recettori.
I lavori dovrebbero concludersi il 10 Agosto e hanno un costo di 3 milioni e 865mila euro di cui 645mila euro di risorse dal bilancio comunale, un cofinanziamento regionale collegato anche all'ecotassa e, in misura più considerevole, un finanziamento dell'Unione Europea.

   

- Sempre questa mattina è stato realizzato con oltre 180 uomini tra polizia municipale, carabinieri, polizia, vigili del fuoco e altri corpi delle forze dell'ordine per il controllo del territorio, lo sgombero coatto degli alloggi nei pressi dell'ex distilleria occupati abusivamente dal 2009 da circa 80 persone.  Purtroppo non sono mancati i problemi. Pare che al momento siano stati effettuati 8 fermi per resistenza e minacce a pubblico ufficiale. I nuclei familiari sono stati temporaneamente accolti in due immobili comunali, le palestre del PalaMarchiesella e lo stabile dell'ex Angioletto e l'amministrazione si è fatta carico anche dell'imballaggio, trasferimento e ricovero dei beni mobili sgomberati.
Questa è una pagina dolorosa per tutti. Le famiglie di cui parliamo costituiscono in molti casi nuclei multiproblematici, anche con anziani e minori a carico. Ma, se da una parte occorre far fronte alle esigenze dovute alla crisi economica e alle crescenti povertà, dall'altra - come scrivevo giorni fa - l'amministrazione e la città tutta non potevano più consentire il permanere di una tanto grossolana situazione di illegalità. Quegli alloggi occupati abusivamente devono, nel tempo più breve possibile, tornare nella disponibilità del Comune per coloro per cui sono stati costruiti e che ne hanno bisogno (anziani in condizioni di disagio socio-economico). La guerra tra poveri è la manifestazione più feroce e insopportabile di questo periodo storico. Tuttavia la sottrazione prepotente di un diritto ad un altro "avente diritto" non può trovare accoglimento da parte di chi, come un'amministrazione comunale, ha il dovere di considerare i cittadini tutti uguali, anche nel disagio, e di occuparsene con atteggiamento equo, senza privilegiare i prepotenti e i delinquenti, ma senza far finta che i problemi non esistano. 
L'amministrazione, mesi orsono, ha provveduto attraverso il Settore servizi sociali, ad analizzare caso per caso le condizioni delle singole famiglie degli abusivi (convocandoli e discutendone anche con loro) e a ciascuno ha indicato e sottoposto delle misure di sostegno previste a seconda delle specifiche condizioni (contributo fitto casa, mensa sociale e altre misure per le emergenze sociali).

La responsabilità del governare implica scelte difficili. Noi ce la stiamo prendendo tutta, questa responsabilità. O almeno ci proviamo. Dal 2009 non se l'è assunta nessuno. Oggi, noi, sì.

A piccoli passi, con costanza e pazienza da parte di tutti (anche e soprattutto dei cittadini che da tanti anni aspettano risposte, opere, diritti), anche gli interventi più difficili e complessi sono possibili.

Fiducia. Fiducia, gente.
Insieme si può. Basta cominciare ad ammettere che siamo tutti "dalla stessa parte" e che davvero il bene comune è interesse di tutti e sta a cuore a tutti.

lunedì 6 aprile 2015

Report sedute di commissione del mese di Marzo. Cultura e Pubblica Istruzione.


Ecco il mio report mensile sulle sedute di commissione cui ho preso parte in quanto componente.
La VIII Commissione consiliare permanente, "Cultura e Pubblica Istruzione", composta da:
Carmine Doronzo (Presidente, Sinistra Unita per Barletta)
Gennaro Cefola (vice-Presidente, Nuova Generazione)
- me, Giuliana Damato  (Partito Democratico)
Giuseppe Dipaola (La Buona Politica)
Claudia Catino (Movimento 5 Stelle)
Segretario: Sig. Giuseppe Lavecchia

nel mese di MARZO, si è riunita nei giorni:
  • 04/03/2015 - Programmazione lavori futuri commissione; Individuazione nuova data incontro "Palazzo San Domenico"
  • 06/03/2015 - Analisi Bilancio di Previsione 2015
  • 09/03/2015 - Analisi Bilancio di Previsione 2015
  • 10/03/2015 - Analisi Bilancio di Previsione 2015
  • 23/03/2015 - Seduta congiunta con le commissioni II (Attività produttive) e III (Affari finanziari) per discutere di "Proposta tassa di soggiorno" e "Canoni Tosap"

Ricordo che i verbali delle sedute di questa commissione sono disponibili sull'albo pretorio online.

Report sedute di commissione del mese di Marzo. Affari socio-sanitari, Sport e Tempo libero.


Ecco il mio report mensile sulle sedute di commissione cui ho preso parte in quanto componente.

La VI Commissione consiliare permanente, "Affari socio-sanitari, Sport e Tempo libero", composta da:

Pierpaolo Grimaldi (Presidente, Scelta civica)
Giuseppe Losappio (vice-Presidente, PDL)
- me, Giuliana Damato  (Partito Democratico)
Michele Lasala (Sinistra Unita per Barletta)
Francesca Dascoli (indipendente)
Segretario: Sig. Antonio Doronzo

nel mese di MARZO si è riunita nei giorni: 
  • 11/03/2015: 1) Cantieri di cittadinanza; 2) Istituzione del Garante della persona diversamente abile; 3) Bilancio 2015 - Presenti l'assessore alle Politiche Sociali Anna Rizzi Francabandiera e la dirigente Santa Scommegna
  • 23/03/2015: 1) Bilancio 2015; 2) Problematiche relative al settore Politiche Sociali - Presenti i dirigenti Santa Scommegna (Affari sociali) e Michelangelo Nigro (finanze)

sabato 4 aprile 2015

Giunta comunale del 2 Aprile 2015.

La Giunta comunale riunitasi Giovedì 2 Aprile ha esaminato e approvato le seguenti delibere:

Interventi di sgombero alloggi occupati abusivamente
Sono state predisposte le attività richieste al Comune di Barletta, in una riunione tecnica di coordinamento svoltasi in Prefettura, in relazione alla scadenza della facoltà d’uso disposta a seguito del sequestro giudiziario eseguito dalla compagnia dei Carabinieri di Barletta nell’immobile dell’area dell’orto botanico dell’ex distilleria di proprietà del Comune destinato ad alloggi per anziani ma occupati abusivamente dal 2009. Si sono dunque predisposti gli adempimento richiesti e ritenuti di competenza,  tenendo conto della scadenza del termine del 31 marzo fissato dal Gip del Tribunale di Trani. Al tempo stesso, tenuto conto che in diverse occasioni informali sono stati prospettati ai nuclei familiari coinvolti nell’occupazione della palazzina interventi e aiuti ammissibili, di natura sociale, di cui il Comune può farsi carico (interventi ripresi anche nell’incontro del 4 febbraio 2015 presso la Prefettura di Barletta - Andria - Trani, alla presenza di alcuni rappresentanti delle famiglie occupanti), il Settore Servizi Sociali del Comune di Barletta ha effettuato una dettagliata verifica dello stato sociale degli occupanti abusivi e predisposto azioni per favorire lo sgombero volontario, compreso l’eventuale anticipo di prassi relativo a  massimo 2 mensilità a titolo di caparra al fine di contratti di locazione da stipularsi  in caso di sgombero volontario, comunque da restituirsi all'Ente erogante in caso di cessazione della locazione.

Modifiche al regolamento comunale di Polizia Mortuaria
La Giunta ha approvato alcune modifiche al regolamento di Polizia Mortuaria da sottoporre all’approvazione del Consiglio Comunale, a partire dall’adeguamento alle disposizioni normative che indicano la durata delle concessioni di nicchie cimiteriali con possibilità di rinnovo. In particolare, l’art.83 intitolato “Concessione di nicchie”, è stato integrato nel “Diritto di Prelazione” e “Ulteriori ipotesi di retrocessione” - facendo salvi i diritti del concessionario derivanti dall’esercizio della prelazione.
La deliberazione, unitamente al testo delle disposizioni regolamentari oggetto di modifica e integrazione, verrà depositata per 15 giorni presso l’Ufficio di Segreteria Generale del Comune con contestuale pubblicazione, in bozza, sul sito internet istituzionale, al fine di consentire la presentazione di osservazioni e/o memorie da parte dei cittadini.

Utilizzo del Fossato del Castello 
La Giunta ha stabilito di disciplinare l’utilizzo del fossato del Castello, al fine di una gestione efficace e efficiente del bene come patrimonio della città, per eventi culturali, musicali, teatrali e sportivi nel rispetto del decoro e previa valutazione da parte dell’Amministrazione comunale. In particolare, è stato deciso di procedere con evidenza pubblica a una concessione dello spazio anche a soggetti privati selezionati sulla base della maggiore offerta di gestione con l’obiettivo di fornire alla città un luogo attrattore di eventi di valenza regionale, nel rispetto delle logiche pubbliche e dell’ente.

Posizioni organizzative e Alte professionalità

La Giunta ha deciso di legare al processo di revisione della riforma Del Rio sulle città metropolitane. le Province e le Unioni di Comuni, la revisione della struttura degli incarichi di responsabilità relativi alle posizioni di lavoro disciplinate dall’articolo 8 del Contratto nazionale di lavoro 31/03/1999 e dell’art. 10 del CCNL 22/01/2004, prorogando gli incarichi in atto per ulteriori due mesi.

giovedì 2 aprile 2015

Light it up blue! Giornata Mondiale per la consapevolezza dell'autismo.


Stasera, camminando per Barletta, noterete qualcosa di speciale.
La statua di Eraclio, il Castello e il Palazzo di Città saranno illuminati di blu
Non pensate a progetti artistici, nè a scherzi o caricature. Sarà invece il segno della nostra adesione ad una cosa serissima, la Giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo, istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

L'Amministrazione comunale, unitamente alla VI commissione consiliare permanente "Affari Sociali, Sport e Tempo libero" (di cui sono componente), orgogliosamente richiama l'importanza dell'iniziativa “Light it up blue”, che si svolgerà in tantissime città e che è tesa a sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere la solidarietà nei confronti dei bambini che sono affetti da autismo favorendone l’inclusione sociale.

Oltre ai simboli, inoltre, è opportuno citare "un fatto". Importante, significativo, utile.
Dopo una lunga fase concertativa, finalmente a Barletta vedremo nascere in alcuni locali dell'ex Ospedale di Barletta (in piazza Principe Umberto) un Centro Territoriale per l'autismo, grazie all'ASL BAT e alla convenzione della stessa ASL con l’associazione ANGSA Puglia Onlus. Grazie all'interessamento del consigliere regionale Caracciolo presso la Regione Puglia si è ottenuta, oltre alla disponibilità dei locali dalla ASL, una deroga per destinare al progetto anche figure come un neuropsichiatra infantile ed uno psicologo clinico del Dipartimento di Salute Mentale che saranno affiancati da psicologi ed educatrici pedagogiste specializzati nel trattamento cognitivo comportamentale basato sulla metodologia ABA secondo le linee guida del Ministero della Salute e dell'Istituto Superiore della Sanità. 

La convocazione #25.


È stato convocato per domani, Venerdì 03 Aprile 2015 alle ore 09.30, in seduta di prima convocazione, il Consiglio Comunale nella Sala Consiliare al 1° piano del Teatro “Curci”, con i seguenti punti all’ordine del giorno:
  1. Surroga consigliere comunale dimissionaria Catino Claudia (art. 38, comma 8 e art.45, comma 1, D.Lgs. 267/2000)
  2. Subentro all'ex consigliere comunale dimissionaria Catino Claudia, in qualità di componente dell'VIII commissione consigliare permanente "Cultura e Pubblica istruzione" e della Commissione consiliare permanente "Controllo e garanzia" del neo consigliere comunale Desario Grazia
  3. Rettifica cartografica delle tavole del PRG vigente numeri D2, E1 ed E2 relativamente alla previsione urbanistica di Via dei Muratori - Via degli Artigiani, a seguito delle sentenze del TAR Puglia Sez. III - n.953 del 18/07/2014 e n.83 del 15/01/2015.

I lavori saranno trasmessi in diretta dall'emittente televisiva PUNTO TV sul canale 660 del digitale terrestre.