sabato 30 luglio 2016

Alloggi sociali per anziani. Finalmente la consegna!



 

Alloggi sociali per anziani, una storia che risale al lontano 2006. DIECI anni fa. Ne è dovuto trascorrere di tempo perché i diritti fossero affermati, perché la legalità prevalesse sulla prepotenza. 

Gli anziani della nostra città, dopo anni di attese, finalmente prendono possesso degli alloggi ad essi destinati, occupati abusivamente dal 2009.


È stata una vicenda complicata e pericolosa di cui l'amministrazione Cascella ha scelto con coraggio di farsi carico, affrontando gli occupanti, organizzando con cura il complicato sgombero con il prezioso supporto di tutte le forze dell'ordine, i servizi sociali, la prefettura, curandosi del dopo, sbloccando passaggio per passaggio tutti i nodi burocratici che allontanavano gli anziani cittadini dal loro diritto ad avere una casa.
Oggi è un giorno importante.
Grazie a chi ha lavorato per.


venerdì 29 luglio 2016

Giro di valzer per i Dirigenti del Comune. La nuova "macrostruttura".

Con Delibera di Giunta n° 103 del 27/05/2016 è stata ridefinita la struttura organizzativa del Comune di Barletta che prevede una struttura di tredici Settori articolati in sette Aree.

Con decreti sindacali pubblicati oggi all’Albo pretorio sono state riattribuite ai nostri Dirigenti le responsabilità dei vari settori, con alcuni cambiamenti.

La struttura è attualmente così organizzata:

I AREA: POLIZIA LOCALE E LEGALITA’, SICUREZZA URBANA E SERVIZI AUTONOMI - Dott. Savino FILANNINO
        Settore Polizia locale e Protezione civile

II AREA: PROGRAMMAZIONE ECONOMICA, RISORSE UMANE E FINANZIARIE - Dott. Michelangelo NIGRO
         Settore Programmazione economica e finanziaria
         Settore Organizzazione e sviluppo risorse umane

III AREA: CULTURA, WELFARE, SERVIZI ALLA PERSONA – Dott.ssa Santa SCOMMEGNA
        Settore Beni e Servizi culturali
        Settore Servizi sociali

IV AREA: AFFARI GENERALI E SERVIZI ISTITUZIONALI, ISTRUZIONE – Dott.ssa Rosa DIPALMA
        Settore Affari generali e Servizi istituzionali
      Settore Pubblica istruzione, Sport e Tempo libero - interim Dott.ssa Rosa DIPALMA

V AREA: SVILUPPO ECONOMICO E PRODUTTIVO, APPALTI ACQUISTI E CONTRATTI - Non attribuita
       Settore Sviluppo economico e Attività produttive - interim Dott. Savino FILANNINO
        Settore Gare, Appalti e Contratti – interim Dott.ssa Santa SCOMMEGNA

VI AREA: AMBIENTE, LAVORI PUBBLICI, MANUTENZIONI E PATRIMONIO – Arch. Donato LAMACCHIA
         Settore Ambiente
         Settore Lavori pubblici, Manutenzione e Patrimonio – interim Arch. Donato LAMACCHIA

VII AREA: PIANIFICAZIONE E GOVERNO DEL TERRITORIO, DEMANIO, EDILIZIA - Arch. Vito Assunto LARICCHIUTA
          Settore Piani e Programmi, Demanio
       Settore Edilizia pubblica e privata – interim Arch. Vito Assunto LARICCHIUTA
          
Ecco, in sostanza, i cambiamenti operati:
  - Il Settore “Sviluppo economico e Attività produttive” è passato dalla Dott.ssa Scommegna al Dott. Filannino (il comandante della Polizia Municipale)
  - Il Settore “Gare, Appalti e Contratti” è passato dal Dott. Filannino alla Dott.ssa Scommegna
   - Il Settore Pubblica istruzione, Sport e Tempo libero è passato dalla Dott.ssa Scommegna alla Dott.ssa Dipalma
   - Il Settore “Affari generali e Servizi istituzionali” è passato dal Dott. Filannino alla Dott.ssa Dipalma
   - Il Settore Servizi pubblici, manutenzione e patrimonio e il Settore Demanio sono passati dalla Dott.ssa Dipalma all’Arch. Lamacchia

Per un quadro più chiaro di come è organizzata la “macrostruttura” comunale (7 AREE, 13 SETTORI, UFFICI) consiglio di guardare questo schemino (scaricato dal sito del Comune ma gentilmente aggiornato clandestinamente, ufficiosamente e solo per questo blog dall’amico Luca Lacerenza)
nel quale è possibile comprendere nel dettaglio tutti gli uffici afferenti ad un Settore di una determinata Area.

Finito di parlare arabo, vi saluto.
Alla prossima.


Sulla Turchia, le istituzioni democratiche e il "sentimento internazionale".

 

So bene - avendolo verificato in questi anni - che quando argomenti di carattere internazionale e che esulano dalle competenze del Consiglio comunale vengono portati all’attenzione dell’assemblea nella Sala consiliare cittadina si genera in molti ilarità. Soprattutto sul web, è tutto un fiorire di battute ed ironia sull’ipotesi che l’UE, le Nazioni Unite e la comunità internazionale possano udire il dibattito del Consiglio di Barletta e sulla base di quello orientare le proprie scelte e decisioni. So benissimo che non è così che funziona, ma credo anche nel valore delle Istituzioni, tutte
Può sembrare fuori luogo e persino inutile che rappresentanti eletti dal popolo per occuparsi di cosa pubblica in un’amministrazione civica - di strade, servizi pubblici, casse comunali - parlino di cosa accade nel resto del mondo. Eppure io credo non sia del tutto inutile, anzi, lo trovo necessario, soprattutto nei tempi in cui viviamo. Ogni cittadino, come pure ogni Istituzione – ad ogni livello, dovrebbe “sentire su di sé” il carico di quanto accade nel mondo. In altri tempi, mi ha detto giorni fa una cara amica più adulta di me, saremmo scesi in piazza di fronte a ciò che sta accadendo in Turchia. Ora sembra invece che il nostro Paese sia totalmente addormentato, indifferente e disimpegnato. Una volta c’era questa cosa dell’internazionalismo – ha aggiunto la mia amica -  un sentimento di solidarietà per i popoli che stavano vivendo in regimi terribili. La globalizzazione invece ha  spazzato via anche questi sentimenti. Siamo preoccupati per i nostri figli ma non sentiamo solidarietà per i giovani uomini e le giovani donne di altri paesi.

Ecco, io trovo che la vera sfida dei nostri tempi sia sconfiggere quest’apatia, quest’indifferenza, quest’egoismo che ci fa guardare solo al nostro ombelico. È per questo che nello scorso consiglio comunale, Lunedì 25, mi sono permessa di presentare - con la condivisione di altri diciannove colleghi che hanno voluto sottoscriverlo, un ordine del giorno sulla vicenda turca

In Turchia infatti, a seguito del tentato colpo di stato militare del 15 Luglio, stiamo assistendo ad una repressione violenta, con migliaia di persone arrestate, restrizioni delle libertà di movimento, cancellazione dei documenti per l’espatrio e quindi sospensione della Convenzione Europea dei Diritti Umani (CEDU). Pur non essendo ancora chiari attori, dinamiche e origini del tentato golpe, la reazione di Erdogan sta falcidiando ogni forma democratica e civile di dibattito interno e di opposizione e rischia di degenerare nell’instaurazione di un regime autoritario.

Di sospensione di diritti e di repressione dei dibattiti democratici, in ogni dove, tutte le Istituzioni democratiche dovrebbero interessarsi. Anche le nostre Istituzioni locali, per quanto piccole e scombinate siano.

È assai preoccupante peraltro il rinnovato accanimento nei confronti della minoranza curda, con forte rischio di aumento delle restrizioni alla libertà comprese quelle legate alla condizione delle donne. Alla luce di tutto questo, sarebbe necessario avviare da subito una seria riflessione sull’opportunità, nell’attuale situazione, di mantenere Erdogan e il suo governo come partner politici, economici e commerciali dell’Italia e dell’intera Unione Europea e servirebbe chiedere all’Unione Europea, al Consiglio d’Europa, al Governo e a tutte le istituzioni sovranazionali di esprimere una netta condanna della repressione scatenata e di procedere ad un monitoraggio attento e costante della situazione, per il ripristino delle condizioni democratiche e di libertà. Tutti coloro che hanno incarichi nelle Istituzioni vanno sollecitati ad attivarsi in relazione ai propri ruoli perché siano adottati tutti gli strumenti possibili affinché la Turchia ritorni al più presto allo stato di diritto; i partiti democratici presenti nelle istituzioni europee assumano finalmente una chiara posizione di condanna e identifichino tutte le azioni possibili affinché in Turchia cessino al più presto le gravissime violazioni dei diritti umani. Questo è opportuno affermare, chiedere, pretendere dalle Istituzioni.

Inutile dirvi che a causa del consueto ballerino andamento delle sedute – sempre sull’orlo dello scioglimento per mancanza del numero legale – non è stato possibile discuterlo. Ma questa è un’altra storia.

[Il testo dell'odg presentato, sintetizzato nell'intervento che avete appena letto, è stato predisposto e approvato il 22 luglio 2016 con i compagni del Coordinamento politico di ReteDem e successivamentepresentato e accolto come ordine del giorno dall’Assemblea Nazionale del Partito Democratico il 23 luglio 2016. Stiamo provando, come rete degli amministratori di ReteDem, di portarlo nelle nostre istituzioni locali.

Giunta comunale del 28 Luglio 2016.

La Giunta comunale, riunitasi Giovedì 28, ha esaminato e approvato le seguenti delibere:


Documento Programmatico Preliminare (DPP) al Piano Urbanistico Generale (PUG).
La Giunta comunale ha preso atto dello "schema" di Documento Programmatico Preliminare al Piano Urbanistico Generale di Barletta definito attraverso un intenso processo partecipato di discussione pubblica e istituzionale intrapreso a seguito della delibera d'indirizzo per la formazione del Piano urbanistico generale (PUG) e l'avvio della procedura di adeguamento al Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR). Il Documento verrà pubblicato e messo a disposizione della Conferenza di Copianificazione con gli Enti - quali la Regione Puglia, la Provincia, i Comuni contermini di Trani, Andria, Canosa, San Ferdinando di Puglia, Trinitapoli, Margherita di Savoia, le Soprintendenze, l'Autorità di Bacino, l'Anas e l'Acquedotto Pugliese - per l'assunzione degli impegni reciproci e la verifica della dovuta "sostenibilità" tecnico – istituzionale del Documento da portare all'attenzione del Consiglio Comunale per la sua adozione e pubblicazione.
Per la città di Barletta è evidente la necessità di sopperire alle carenze del vigente Piano Regolatore Generale con le analisi sull'assetto urbanistico, strutturale e del sistema delle conoscenze del territorio comunale, per riaggiornare il processo di pianificazione territoriale della città tenendo conto degli obblighi di legge intanto intervenuti e delle nuove necessità di riqualificazione degli spazi urbani e di implementazione dei servizi. Si potrà così contribuire al miglioramento della qualità della vita, al contrasto del degrado sociale e della caduta occupazionale, all'offerta turistico-culturale e al rilancio delle attività produttive in un'ottica di rigenerazione e rifunzionalizzazione delle aree dismesse con una più elevata attenzione alle questioni della sostenibilità ambientale, della sensibilità paesaggistica e del consumo del suolo agricolo. In particolare, la partecipazione alla formazione del Documento, ha stimolato e arricchito gli obiettivi strategici per un uso consapevole di un territorio comunale notevolmente consumato e a tratti alterato nel suo patrimonio architettonico e naturale, ma nel quale è ancora possibile rintracciare i caratteri peculiari dell'identità sociale, produttiva, culturale, ambientale di Barletta. Difatti, l'immagine reale e percepita della nostra città rimanda ad una visione di futuro declinata per ambiti e contesti urbani e rurali. Le previsioni del Pug definiscono le nuove politiche urbanistiche con obiettivi di tutela, uso e valorizzazione delle risorse dedicate al contenimento del consumo di suolo, della sostenibilità energetica e dell'uso di tecnologie ecocompatibili.
I contesti urbani del DPP si articolano in: contesti da tutelare, che mantengono i segni della stratificazione insediativa storica, appartenenti al patrimonio della cultura locale e alla memoria collettiva come il nucleo antico da riconsiderare nella sua estensione di impianto storico consolidato, da salvaguardare, riqualificare, rivitalizzare; il contesto del centro urbano compatto realizzato nell'arco del '900, per il quale prevedere il recupero e il completamento mirando al miglioramento delle condizioni di salubrità dell'ambiente urbano, al recupero e alla qualificazione funzionale ed edilizia anche attraverso l'implementazione di servizi compatibili; i contesti periurbani, tali non solo per le condizioni geografiche ma anche per l'isolamento e il degrado, come le aree industriali dismesse ma presenti nelle prime periferie, le zone di edilizia residenziale pubblica, o gli ambiti prossimi ad aree produttive da salvaguardare e rifunzionalizzare; e i contesti urbani costieri di valore storico/paesaggistico da salvaguardare e quelli periferici da riqualificare e valorizzare.


Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie.
La Giunta intende aderire al bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri per "Interventi per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie" anche dei Comuni capoluogo di provincia. A tal fine sono state definite le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per l'ottenimento dei finanziamenti nazionali. In particolare, sarà avviato un procedimento per la raccolta e la selezione anche di proposte che soggetti privati intendono candidare nell'ambito dello stesso programma confrontandosi con le strategie proposte dall'Amministrazione. Il programma è finalizzato alla realizzazione di interventi urgenti per la rigenerazione delle aree urbane degradate attraverso la promozione di progetti di decoro urbano, la manutenzione, il riuso e la rifunzionalizzazione delle aree pubbliche e delle strutture edilizie esistenti. Contestualmente, è stata approvata una specifica delibera per un Accordo di programma tra il Comune e l'Arca Puglia Centrale per interventi mirati sul patrimonio dell'ex Istituto Case popolari.

Fondo Nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione anno 2014 (contributo fitto casa).
La Giunta ha preso atto della deliberazione di Giunta Regionale n.1120 del 19 luglio 2016 che assegna al Comune di Barletta il fondo per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione per l'anno 2014 per un importo di € 1.097.280,97. Il Comune concorrerà al cofinanziamento con la somma di € 219.456,19 pari al 20% dell'importo assegnato dalla Regione Puglia al fine della partecipazione alla Premialità anno 2014 che consentirà un ulteriore incremento del finanziamento regionale. Nel far fronte ai propri adempimenti per assicurare i contributi ai cittadini in condizione di bisogno, l'Amministrazione ha rivolto alla Regione Puglia l'auspicio di tempi più congrui per favorire la maggiore partecipazione dei cittadini.

Servizi controllo del territorio.
La Giunta ha approvato il progetto "Potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana e stradale con implementazione dei servizi notturni" che prevede l'attivazione di servizi notturni da parte del personale della Polizia Municipale con particolare attenzione ai periodi più interessati da iniziative e manifestazioni di carattere culturale, sociale, ricreativo e religioso. I servizi saranno mirati al rispetto delle norme sulla guida, ed in particolare al controllo delle condizioni psichico-fisiche dei conducenti (consumo di alcol), e alla efficienza, revisione veicoli, copertura assicurativa dei veicoli in circolazione. In particolare quale ulteriore ed innovativa attività saranno previsti specifici servizi con gli strumenti di controllo, come il prolaser, per il controllo della velocità con contestazione immediata da parte del personale operante e l'etilometro, di cui il Comando si è recentemente dotato. Il progetto tiene conto dell'indirizzo del Consiglio Comunale avviando le procedure per l'installazione di velobox, insieme a postazioni di controllo da effettuarsi in particolare sul lungomare Pietro Paolo Mennea teatro, nelle ultime settimane, di alcuni incidenti stradali. Sarà, inoltre elevato il livello di controllo sulle attività dei locali pubblici, in particolare per quanto concerne le emissioni sonore oltre i limiti stabiliti da apposito provvedimento sindacale e per l'erogazione di bevande alcoliche (a minori) al di fuori delle norme di legge. Con queste attività di garanzia e salvaguardia della sicurezza stradale l'Amministrazione intende scoraggiare e punire comportamenti noncuranti delle norme che disciplinano la circolazione sulle strade urbane mettendo a repentaglio la sicurezza dei cittadini.

Servizio di distribuzione del gas metano.
La Giunta ha confermato il diritto della Società Italgas S.p.A., nella sua qualità di attuale affidatario del servizio di distribuzione del gas metano, a permanere nel rapporto sino all'ingresso del subgestore a seguito del perfezionamento del nuovo affidamento del servizio nell'Ambito territoriale "Barletta-Andria-Trani. Il Comune di Andria svolgerà, nella qualità di co-capoluogo con il maggior numero di abitanti, il ruolo di stazione appaltante per la nuova procedura di gara.

Regolamento di pronta reperibilità.
Approvato dalla Giunta il regolamento comunale che disciplina l'istituto della pronta reperibilità al fine di assicurare, con personale e attrezzature comunali, al di fuori del normale orario di servizio, l'igiene, l'incolumità, la difesa del patrimonio comunale e la sicurezza pubblica tramite interventi immediati e non rinviabili da parte dei servizi tecnico, servizio cimitero, servizio stato civile, servizio sociale e polizia locale. Il servizio di pronta reperibilità è previsto per 365 giorni l'anno, 24 ore al giorno, negli orari che comunque non consentono di utilizzare personale in servizio.

Marcia della Pace
La Giunta ha aderito al Comitato organizzatore della Marcia Perugia-Assisi della pace e della fraternità che si terrà il prossimo 9 ottobre 2016. L'iniziativa, organizzata dal Coordinamento nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani intende apporre i riflettori su tutte le attività a favore della pace tra i popoli che si stanno svolgendo in ogni campo in tutte le città italiane valorizzando lo sforzo degli amministratori locali e dei cittadini impegnati nel sostegno alle persone e alle famiglie in difficoltà con programmi, servizi e percorsi di attenzione e cura dei più vulnerabili.

giovedì 28 luglio 2016

Report gettoni di presenza per i mesi di Aprile-Giugno 2016.

Per l'attività dei consiglieri comunali è previsto, nei limiti fissati dalla legge e dall'apposito decreto ministeriale, il conferimento di un "gettone di presenza" per la partecipazione a consigli e commissioni.

Così come provo a fornire costante informazione sull'attività che svolgo, mi sembra doveroso dichiarare pubblicamente quanto la collettività mi conferisce

Secondo quanto previsto dal consiglio comunale del 2 Agosto 2013, come consigliera del Partito Democratico sono stata dichiarata componente di due commissioni (la VI c.c.p. Affari Socio-sanitari, Sport e Tempo libero e la VIII c.c.p. Cultura e Pubblica Istruzione).

Ecco un resoconto delle sedute tenutesi tra Aprile e Giugno e il totale dei "gettoni" che mi sono stati conferiti questa settimana(Luglio 2016).

- Commissione Cultura e Pubblica istruzione:

13 presenze
01/04, 04/04, 18/04, 19/04, 26/04, 11/05, 13/05, 25/05, 14/06, 21/06, 23/06, 28/06, 30/06

Qui i dettagli di convocazioni e contenuti:



- Commissione Affari Socio-sanitari, Sport e Tempo Libero:

08 presenze
11/04, 19/04, 21/04, 26/04, 27/05, 07/06, 08/06, 14/06

Qui i dettagli di convocazioni e contenuti:

- Consigli comunali:

4 presenza su 4 sedute
07/04, 28/04, 31/05, 17/06


Per 25 sedute (tra commissioni e consigli) a cui ho preso parte nei mesi di Aprile - Giugno, mi è stato accreditato un totale di € 848 netti.

Come mia consuetudine sin dal mio insediamento, ho provveduto a versare la percentuale dovuta al circolo territoriale del Partito Democratico, secondo quanto stabilito dai nostri statuti e regolamenti.

mercoledì 27 luglio 2016

Non c'è pace per i lecci.

 

Per i lecci di via Carli, sembra non esserci pace.
Oggi ho protocollato la seguente segnalazione (prot. 47584).

Al Settore Manutenzioni
e
alla Sua Drigente, Dott.ssa Rosa Dipalma
Comune di Barletta
e p.c.
all’Assessora Maria Antonietta Dimatteo


OGGETTO: Segnalazione apposizione anomale griglie su base lecci via Carli

Gent.mi,
da oltre una settimana sono visibili (come da documentazione fotografica) sulla base dei lecci piantati lo scorso Dicembre in via G. Carli in sostituzione dei quattro lecci abbattuti già oggetto di interrogazioni consiliari della sottoscritta (21.10.2014, prot.53853 ---> risposta del 07.04.2015; 20.01.2016, prot.3388 ---> risposta 24.05.2016delle griglie metalliche a copertura parziale del terreno, per la cui apposizione sembra siano stati anche dislocati i tutori a sostegno degli arbusti.
Nel domandare al Settore se l’intervento sia stato disposto dai Vs. uffici e con quali motivazioni, nel caso in cui lo stesso non risulti previsto né indicato dai competenti settori comunali,

CHIEDO

che venga resa immediata segnalazione alla centrale operativa del Comando di Polizia Municipale e che vengano quanto prima rimosse le griglie in oggetto che potrebbero compromettere lo stato di salute dei lecci.
Chiedo altresì di essere aggiornata sull’evoluzione del procedimento.
Cordialmente,

Barletta, 27.07.2016
La consigliera comunale
Giuliana Camilla Damato
  (Partito Democratico)

giovedì 21 luglio 2016

La convocazione #40.

Il Consiglio comunale è convocato per Lunedì 25 luglio alle ore 16,30 in seduta di prima convocazione e del 27 luglio alle ore 17,30 in seconda convocazione.
Gli argomenti da trattare avranno il seguente ordine:
  1. Interrogazioni e interpellanze;
  2. Nomina Organo di revisione economico-finanziaria per il triennio 2016-2019;
  3. Aggiornamento degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria (Art. 16 del D.P.R. 06.06.2001 n°380 e LL.RR. n°6 del 12.02.1979, n°66 del 31.10.1979, n°6 dell’08.03.1985 e n°53 del 03.06.1985);
  4. Ratifica della deliberazione di G.C. n. 111/2016 – variazioni d’urgenza ex art. 42, comma 4 e art. 175, commi 4 e 5 d. l.gs n.267/2000;
  5. Ratifica delibera di G.C. n. 125/2016 – variazioni d’urgenza ex art. 42, comma 4 e art. 175, commi 4 e 5 d. l.gs n.267/2000;
  6. Salvaguardia degli equilibri di bilancio 2016/2018 ai sensi del combinato disposto dell’art.175 comma 8 e dell’art. 193 del Tuel;
  7. Linee di indirizzo in materia di personale e di consulenza alla Società Partecipata del Comune di Barletta BARSA s.p.a..
I lavori saranno trasmessi in diretta televisiva dall'emittente Amica9 sul canale 215 del digitale terrestre ed in live streaming sul canale youtube di Amica 9 TV.

domenica 17 luglio 2016

La convocazione #39.


Il Consiglio comunale è convocato, presso la Sala Consiliare al 1° piano del teatro “Curci”, in seduta di prima convocazione per Martedì 19 luglio 2016 alle ore 16,30 ed in seconda convocazione per il giorno 20 luglio 2016 alle ore 17,30.
I lavori osserveranno il seguente ordine del giorno:
  1. Interrogazioni e interpellanze;
  2. Nomina Organo di revisione economico-finanziaria per il triennio 2016-2019;
  3. Aggiornamento degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria (Art. 16 del D.P.R. 06.06.2001 n° 380 e LL.RR. n° 6 del 12.02.1979, n° 66 del 31.10.1979, n° 6 dell’08.03.1985 e n° 53 del 03.06.1985);
  4. Ratifica della deliberazione di G.C. n. 106/2016 – variazioni d’urgenza ex art. 42, comma 4 e art. 175, commi 4 e 5 d. l.gs n.267/2000;
  5. Pianificazione strategica del commercio in sede fissa ai sensi della L.R. n. 24/15: attuazione dei provvedimenti comunitari, governativi e regionali di semplificazioni delle procedure di autorizzazione delle attività economiche (direttiva comunitaria 2006/123/CE c.d. Bolkenstein, DL 201/11 convertito con legge 214/11 dl 1/2012 convertito con legge 27/2012) in materia di rilascio delle autorizzazioni amministrative per Medie Strutture di Vendita M1 (mq 251-600) e M2 (mq 601-1500) e di insediamento della attività di somministrazione di alimenti e bevande;
  6. Documento Strategico e regolamento per il Commercio su Aree Pubbliche: adeguamento all’art. 12, comma 4, lettera d) della Legge Regionale n. 24 del 16/04/15 del Piano del Commercio su aree Pubbliche approvato con delibera di C.C. n. 28 del 24/03/2015;
  7. Riconoscimento di debiti fuori bilancio a favore di varie Ditte, per interventi urgenti inerenti il verde pubblico ed il decoro urbano a tutto il 2012;
  8. Nuovo Piano di Zona ex lege 167 – Comprensorio industriale Falcone – Demolizione immobili – Riconoscimento debito fuori bilancio alla Società Edildelpi s.r.l. ai sensi dell’art. 194 – comma 1 lettera d) del D. l. 267/2000 e s.m.i.;
  9. Approvazione del progetto in deroga ai parametri urbanistici, ai sensi dell’art. 2.35 delle NTA del vigente Piano Regolatore Generale, per la costruzione di una casa canonica, alla Via Vitrani, su suolo di proprietà comunale, distinto in catasto al foglio 138, p.lla 262, concesso in diritto di superficie alla “Parrocchia Buon Pastore” giusto atto di convenzione del 03/02/2009, Rep. N. 663, previa demolizione dell’immobile in piano terra esistente.
I lavori saranno trasmessi in diretta televisiva dall'emittente Amica9 sul canale 215 del digitale terrestre ed in live streaming sul canale youtube di Amica 9 TV.

sabato 16 luglio 2016

Giunta comunale del 15 Luglio 2017.

La Giunta comunale ha esaminato e approvato le seguenti delibere:

Lutto cittadino e solidarietà ai familiari di Michele CorsiniLa Giunta, a conferma della vicinanza dell’intera comunità cittadina, ha deciso di offrire sostegno e assistenza, in connessione al grave lutto che ha colpito la famiglia di Michele Corsini, vittima del disastro sulla linea della Ferrotramviaria, anche con l’organizzazione, successiva alle esequie solenni in programma ad Andria, di un omaggio in città.

Piano delle Performance, Piano degli Obiettivi e Piano Esecutivo di Gestione 2016-2018La Giunta ha approvato il Piano delle Performance, il Piano degli Obiettivi 2016-2018 e il Piano Esecutivo di Gestione (PEG), redatti in conformità alle Linee di mandato 2013/2018. Il Piano della Performance è il documento che, in linea con le indicazioni fornite dall’ANAC e dell’ANCI, evidenzia il “legame” tra i bisogni della collettività, la missione istituzionale, le priorità politiche, le strategie e gli obiettivi dell’Amministrazione. Il Piano degli Obiettivi, invece, definisce le attività da effettuare, le tempistiche, le risorse umane e finanziarie assegnate ai responsabili dei settori. Per quel che riguarda il PEG, il documento definisce gli interventi di programmazione e gestione delle attività degli enti locali.

mercoledì 13 luglio 2016

Oh, tu, “tu non conosci il Sud”.

Sta per concludersi la fase della operatività, quella in cui “ci sono cose da fare”, quella del sangue freddo e della lucidità mantenuta per essere utile. Nelle prossime ore comincia il peggio. Cominciano i pugni nello stomaco dei nomi, dei volti, delle storie delle persone che hanno perso la vita nel disastro di oggi. Le date di nascita - già solo quelle dei feriti - restituiscono il quadro più completo di questo racconto: 2000, 1993, 1984, 1989, 1996, 1933, 1972, 1969. L’Italia, i giovani della provincia che per frequentare il liceo fanno i pendolari, i lavoratori, i nonni che accompagnano i nipotini, gli universitari, gli adulti che viaggiano per raggiungere gli ospedali del capoluogo, le mamme, gli immigrati che hanno ricostruito qui la loro vita, i cittadini europei – quelli dei voli low cost e degli erasmus che tornano a casa dall’aeroporto. 
Pensiamo a loro, vi prego. Non smettiamo di donare sangue, abbracciamo le famiglie bucate da questa tragedia, teniamoci stretti.

Dopo, solo dopo che avremo esaurito tutte le nostre scorte di fratellanza, accompagnato in preghiera i morti, sanato le ferite, ringraziato per la straordinaria professionalità e instancabile umanità tutti – TUTTI coloro che hanno lavorato nelle ore della tragedia (gli operatori sanitari, i vigili del fuoco, la protezione civile, i giornalisti, le forze dell’ordine, i volontari, ecc.), concentriamoci sul tema, non trascurabile, del SUD. Quando lo faremo, dovremo alzare la voce e tanto. Dovremo chiudere la bocca a tutti i soloni che si sono già espressi senza aver mai conosciuto un treno Bari Nord, a tutti gli sciacalli, a tutti coloro che dicono di tenere alla Puglia ma vogliono confinarla a magnete da frigorifero (solo sole mare vientu e gastronomia), a tutti quelli che del Meridione e dei suoi nodi mai sciolti hanno scritto, teorizzato ma che concretamente non si sono mai voluti occupare. Dovremo gridare forte e ininterrottamente come le cicale e il loro canto – anzi, il loro pianto – di oggi, dovremo stordirli finché non otterremo il rispetto che questo straordinario pezzo di Paese merita: pari opportunità di sviluppo, collegamenti e infrastrutture, innovazione, efficienza, lavoro, salute, rispetto.
Oh, tu, “tu non conosci il Sud”. 
E se non lo conosci non parlare, ascoltalo. Ascolta il Sud. Ascolta la sua gente.

giovedì 7 luglio 2016

Giunta comunale del 07 Luglio 2016.

In apertura della riunione di giunta, il Sindaco ha comunicato che, d’intesa con l’assessore e il dirigente al Bilancio è stata depositata la proposta per il Consiglio Comunale per la manovra di salvaguardia e di assestamento del bilancio 2016/2018 da approvare entro e non oltre il 31 luglio, come previsto per legge.
La predisposizione urgente della proposta di Consiglio è derivata anche dall’obbligo di acquisire il parere del Collegio dei Revisori in scadenza il 6 luglio 2016.
L’Assessore al Bilancio ha quindi sottolineato come la manovra proposta garantisca gli equilibri di bilancio e i vincoli di finanza pubblica.
In particolare, la manovra di salvaguardia e assestamento generale, oltre a prevedere alcune variazioni di entrata e di spesa resesi necessarie per garantire la continuità amministrativa, recepisce quanto approvato con il Rendiconto della Gestione 2015. Quindi, sono stati adeguati i cosiddetti Fondi Pluriennali Vincolati ed è stata applicata la parte dell’avanzo di amministrazione 2015 utilizzabile nel 2016, tenendo conto dei vincoli di finanza pubblica introdotti con la Legge di Stabilità 2016. 
Nell’ambito della variazione al bilancio sono stati adeguati gli stanziamenti relativi alla concessione di spazi finanziari, per € 1.176.496,57, ottenuti dal Comune di Barletta per il finanziamento degli investimenti in ambito di edilizia scolastica.

La Giunta comunale ha quindi esaminato e approvato le seguenti delibere:

Somme impignorabili 2° semestre 2016
Sono state approvate le somme impignorabili per il secondo semestre del 2016 relative al pagamento delle retribuzioni al personale dipendente e dei conseguenti oneri previdenziali per i tre mesi successivi, al pagamento delle rate dei mutui e dei prestiti obbligazionari scadenti nel semestre in corso e all'espletamento dei servizi locali indispensabili.

Piano Sociale di Zona. Approvazione rendicontazione 2015 ed avvio della concertazione per la riprogrammazione 2016
La Giunta ha approvato i prospetti di rendicontazione relativi alle risorse programmate con il Piano di Zona 2014­2016, predisposti dall’Ufficio di Piano, da inviare alla Regione Puglia. È stata, quindi, avviata l’attività mirata alla riprogrammazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali sul territorio, secondo i principi e le finalità della normativa vigente.

Distacco parziale dipendente comunale. Convenzione con il Comune di Margherita di Savoia
Approvato dalla Giunta lo schema della convenzione con il Comune di Margherita di Savoia in base al quale, ai sensi dell’art. 14 CCNL 22/1/2004, si autorizza l’ing. Bernardini Ernesto, specialista in opere e impianti del Comune di Barletta, a prestarvi servizio in regime di distacco parziale.

Transazione di giudizio tra il Comune di Barletta e la dott.ssa Mariangela Matera
La Giunta ha autorizzato l’accettazione della proposta, in via transattiva, a definizione, saldo e stralcio di qualsiasi pretesa della dott.ssa Matera Mariangela per l’attività professionale dalla stessa svolta quale consulente tecnico di parte nell’arbitrato SIUCA.

Transazione di giudizio tra il Comune di Barletta e il sig. Francesco Dileo.
Autorizzata dalla Giunta l’accettazione della proposta transattiva del giudizio promosso dal sig. Dileo Francesco contro il Comune di Barletta, a definizione, saldo e stralcio di qualsiasi pretesa a titolo di risarcimento dei danni subiti in seguito all’incidente causato da una caditoia fognaria dissestata di proprietà comunale.

sabato 2 luglio 2016

Report sedute di commissione del mese di Giugno. Cultura e Pubblica istruzione.

Ecco il mio report mensile sulle sedute di commissione cui ho preso parte in quanto componente.

La VIII Commissione consiliare permanente, "Cultura e Pubblica Istruzione", composta da:
Carmine Doronzo (Presidente, Sinistra Unita per Barletta)
Gennaro Cefola (vice-Presidente, Conservatori e Riformisti)
- me, Giuliana Damato  (Partito Democratico)
Giuseppe Dipaola (La Buona Politica)
Grazia Desario (Area popolare)
Segretario: Sig. Giuseppe Lavecchia

nel mese di GIUGNO, si è riunita nei giorni:
  • 14/06/2016 - Regolamento Matrimoni civili, seduta congiunta con la I commissione (Affari istituzionali)
  • 21/06/2016 - Sopralluogo Sezione ragazzi Biblioteca comunale c/o Parco dell'Umanità
  • 23/06/2016 - Discussione su gestione e organizzazione servizio sezione ragazzi Biblioteca comunale c/o Parco dell'Umanità
  • 28/06/2016Discussione su gestione e organizzazione servizio sezione ragazzi Biblioteca comunale c/o Parco dell'Umanità
  • 30/06/2016 - Indagine conoscitiva per la realizzazione di iniziative, spettacoli ed eventi di promozione delle attività produttive per l'Estate 2016
Alla seduta convocata nel giorno 01/06 non ho preso parte per un impegno personale.

Ricordo che i verbali delle sedute di questa commissione vengono pubblicati e sono disponibili sull'albo pretorio online.

Report sedute di commissione del mese di Giugno. Affari sociali, Sport e Tempo libero.

Ecco il mio report mensile sulle sedute di commissione cui ho preso parte in quanto componente.

La VI Commissione consiliare permanente, "Affari socio-sanitari, Sport e Tempo libero", composta da:

Pierpaolo Grimaldi (Presidente, Area popolare)
Giuseppe Losappio (vice-Presidente, indipendente)
- me, Giuliana Damato  (Partito Democratico)
Anna Rizzi Francabandiera (Sinistra Unita per Barletta)
Francesca Dascoli (Area popolare)
Segretario: Sig. Antonio Doronzo

nel mese di GIUGNO si è riunita nei giorni: 
  • 07/06/2016: 1) Approfondimento istanza Anglat per passerella disabili per accesso alle imbarcazioni; 2) Valutazione accesso disabili e accompagnatori al Teatro Comunale G. Curci
  • 08/06/2016: Piano Sociale di Zona: Rendicontazione 2015 e Programmazione 2016
  • 14/06/2016: Discussione alla presenza dell'Assessore ai Servizi Sociali su 1)Piano Sociale di Zona: Rendicontazione 2015 e Programmazione 2016; 2) Pronto Intervento Sociale